windows 10

Nel corso del fine settimana, la software house di Redmond, Microsoft Corporation, ha erroneamente rilasciato la build 16212 di Windows 10 agli Insider del Fast Ring per le versioni Mobile e Desktop degli OS.

Trattasi di una distribuzione con evidenti problemi di compatibilità e funzionamento. Tanto problematica da essere stata prontamente ritirata dal canale di distribuzione, con il contestuale invito agli utenti di procedere all’immediato ripristino della build precedente.

Nel caos del momento, ad ogni modo, sono emerse alcune informazioni interessanti e sorprese del tutto inaspettate. Di fatto, l’Insider AndItsTito ha contribuito, tramite il suo profilo Twitter, a delineare i dettagli delle nuove SKU (Stock Keeping Unit) di Windows 10, che riportano direttamente all’idea di 3 nuovi sistemi operativi basati sulla piattaforma principale.windows 10

Nel dettaglio, è stata riferita la presenza di:

  • Windows 10 Pro for Advanced PCs
  • Windows 10 Pro N for Advanced PCs
  • Windows Server 2016 ServerRdsh

Come evidenziato dalla testata MSPOWERUSER, che per prima ha riportato la notizia, la revisione Pro Advanced era stata indicata in precedenza come “Windows 10 Pro for Workstations“. Se tale informazione trovasse conferma, ci troveremmo di fronte ad una versione accuratamente ottimizzata per ambienti multi-core e principalmente rivolta al contesto dell’utenza Enterprise.

La versione “N” invece, come altre distribuzioni di Windows precedenti, indica la commercializzazione nella zone UE dove Microsoft, da anni, fornisce le licenze dei sistemi operativi senza lettore multimediale.

Infine, per la versione Rdsh si parla dell’host di sessione di Desktop remoto e, pertanto, il nuovo Windows Server 2016 potrebbe essere destinato ad ospitare software ad hoc per il client di Desktop remoto. Questo nuovo SKU, di fatto, potrebbe destinarsi al segmento Educational ed essere aggiornato, come indicato dall’Insider, a Windows 10 Educational.

 

In particolare, la nuova build è stata rilasciata in riferimento al prossimo Fall Creators Update e, pertanto, non è difficile auspicare l’arrivo dei nuovi prodotti entro la fine dell’anno in corso. Ad ogni modo, la società non si è ancora espressa in merito a questa nuova scoperta. In attesa di un parere ufficiale da parte della compagnia, quindi, si attendono ulteriori informazioni. Seguiteci per futuri aggiornamenti sulla questione.

FONTE