windows 10

Microsoft Corporation si è esposta attraverso un nuovo post, rilasciato tramite il suo blog ufficiale, dove viene riferito il fatto che la compagnia provvederà al rilascio di due major update Windows 10 su base annuale. 

La strategia adottata dalla compagnia di Redmond è chiara: fornire, con largo anticipo, un prospetto sul futuro degli aggiornamenti, che consenta ai professionisti IT di organizzarsi in vista del roll-out dei nuovi OS. Nello specifico, il post fa riferimento al fatto che il prossimo aggiornamento Windows 10 giungerà a Settembre 2017.

Le parole di Microsoft al riguardo sono state: “la nuova strategia punta a rendere più semplice la distribuzione di Windows 10 e Office 365 ProPlus“. In diretta conseguenza, tra l’altro, si andranno a semplificare le procedure di consegna degli update per i prodotti Microsoft, grazie alle previsioni anticipate sui roll-out che facilitano l’adozione e l’organizzazione nel ramo aziendale. windows 10

Nello specifico, Microsoft Corporation intende adottare questa procedura:

  • Windows si impegna ad una programmazione di rilascio prevedibile di due volte l’anno, puntando ai mesi di marzo e settembre ogni anno, allineandosi con la programmazione degli aggiornamenti di Office 365 ProPlus. Il prossimo feature update di Windows è previsto per il mese di settembre.
  • Ogni rilascio di Windows 10 sarà completo di supporto per 18 mesi. Questo è coerente con l’approccio che utilizziamo attualmente con Windows 10, ma aggiunge maggiore chiarezza e prevedibilità per le organizzazioni allineandoci con Office 365 ProPlus.
  • In aggiunta, il System Center Configuration Manager supporterà questo modello di aggiornamento coordinato per Office 365 ProPlus e Windows 10, rendendo più semplici le distribuzioni del software e il mantenerli aggiornati.

In particolare, Office 365 ProPlus potrà contare su un totale d 3 aggiornamenti annui e due major release ogni 12 mesi. Questo perché, prendendo direttamente le parole della compagnia, “passare ad Office 365 ProPlus richiede un aggiornamento iniziale e una gestione in itinere per gli aggiornamenti regolari”. Cambiamenti che. anche in questo caso, assumono particolare enfasi nel comparto aziendale, ed in tutti quegli esercizi commerciali che utilizzano i piani in abbonamento Office Pro e Plus.

Sempre nello stesso post, la compagnia spiega che, a partire dal prossimo mese di Settembre 2017, si andrà in contro a dei cambiamenti nei confronti dei modelli di update per Office 365 ProPlus, ovvero due aggiornamenti l’anno, 18 mesi di supporto (anziché 12 mesi) e supporto al System Center Configuration Manager. Novità da prevedersi soltanto per le revisioni in abbonamento delle app Office o per quelle web-based, ma non per le versioni tradizionali vendute senza alcuna sottoscrizione.

Che cosa ne pensate di questa strategia Microsoft per i piani in aggiornamento di Windows 10 ed Office? Spazio a tutti i vostri commenti al riguardo.

 

FONTE