in ,

Windows 10 v.14393.479: è arrivato il nuovo update, tutte le novità

Nel corso di quest’ultimo fine settimana, la software house di Redmond ha provveduto al rilascio di un nuovo corposo aggiornamento per i suoi sistemi siglati Windows 10 che, attraverso l’implementazione del nuovo pacchetto KB3201845 hanno raggiunto la release di sistema identificata come 14393.479, la quale colma una serie di deficit importanti che passeremo in rassegna più avanti nel post.

I risultati dei feedback rinvenuti per mano degli utenti ha portato alla creazione di un nuovo pacchetto di aggiornamento che consente di risolvere diversi problemi Windows 10 che sono stati riscontrati sin dagli esordi dell’ultimo cumulative update per l’Anniversary Update di Microsoft.

Di fatto, chiunque non abbia ancora provveduto ad installare il nuovo aggiornamento cumulativo disposto dalla società per l’ex Redstone update, non potrà avvalersi della possibilità di procedere ad una sua diretta implementazione.windows 10

Nello specifico, il nuovo software punta alla correzione di numerosi bug ed introduce un changelog che conta su:

  • Migliorata affidabilità della de-iscrizione a MDM, DCOM, Peripheral Component Interface e PowerShell
  • Risolto un problema di consumo anomalo di batteria usando il metodo di input Cinese e Windows Hello
  • Risoilto un problema con drag & drop OLE che impediva agli utenti di scaricare una libreria documenti SharePoint come file
  • Risolto un problema con dispositivi formattati come Super Floppy non riconosciuti da Windows 10 AU e non accessibili da Esplora Risorse
  • Risolto un problema di funzionamento del client SCCM (System Center Configuration Manager) quando un dispositivo viene reinizializzato usando la sequenza di task di SCCM
  • Risolto un problema che causa la perdita di informazioni sullo stato dei componenti opzionali, incluse tutte le virtual machine Hyper-V, dopo un upgrade
  • Risolto un problema di compatibilità di Esplora Risorse con i Floppy Disk
  • Risolto un problema in cui la connessione a drive/cartelle condivise basate su un supporto ottico senza media inseriti causava il freeze di alcuni comandi del command prompt come DIR e NET USE
  • Risolto un problema per cui non era possibile usare cache più grande di 64 kB nelle directory
  • Risolto un problema per cui ogni tanto Esplora Risorse non richiede le credenziali di accesso quando un utente fa il login con account Microsoft
  • Risolti ulteriori problemi con compatibilità app e Internet Explorer

Windows 10 Anniversary Update 1La distribuzione avviene, come sempre, attraverso il canale di Windows Update per tutti gli utenti interessati. A seguito dell’installazione viene richiesto un riavvio di sistema che non conta, ad ogni modo e come visto per il listato sopra, sull’introduzione di nuove funzioni ma, in linea generali, solo di correzioni e bugfix specifici. Le nuove funzioni Windows 10, invece, giungeranno a noi entro il prossimo 2017, in linea con la prevista distribuzione del Windows 10 Creators Update già annunciato al pubblico nel corso dell’ultima manifestazione ufficiale.

Ad ogni modo, la software house non si è limitata soltanto alla distribuzione del nuovo aggiornamento firmware ma ha anche provveduto contestualmente ad un nuovo roll-out per il suo Surface Pro 4 che non porta, come il precedente, novità sul piano delle feature ma, piuttosto, introduce un update che pone in evidenza la risoluzione di un problema creatosi per i driver del chip Realtek Audio. Anche in questo caso il firmaware può essere scaricato da Windows Update.

E voi avete ricevuto il nuovo aggiornamento Windows 10? Siete impazienti di scoprire le migliorie da introdursi con il prossimo Anniversary Update? Diteci la vostra in proposito.

LEGGI ANCHE: Windows 10: Qualcomm SoC supporteranno il nuovo sistema dal prossimo anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…