Anche se la Xiaomi ha saltato l’evento più grande dell’anno per la telefonia, il Mobile World Congress, di certo non si è fermata nel far parlare di sé. Difatti, l’azienda cinese oggi ha rivelato il suo ultimissimo prodotto, Xiaomi Mi 5c, il quale monta il primo processore proprietario.

La premessa è quella di un nuovo dispositivo dal prezzo inferiore a Mi 5, con valide caratteristiche e design accattivante.

Come abbiamo detto, Xiaomi Mi 5c monta il Surge S1, primo processore proprietario prodotto dall’azienda. Xiaomi dopo un disastroso 2016 che gli ha portato a non superare la soglia di vendite dei 70 milioni, come nel 2015, ha deciso di cambiare strategia di marketing, creando pertanto dei processori proprietari, cosa che attualmente come ben sappiamo, fanno soltanto Samsung, Apple e Huawei.

Quindi, cos’è il Surge S1? Beh, si tratta di un octa-core a 64 bit – 4 Cortex A53 @ 2,2 GHz + 4 Cortex A53 @ 1.4 GHz – Secondo quanto affermato da Xiaomi, le differenze riguarderanno i consumi, circa un 40% inferiori, grazie anche alla potenza della GPU. Le chiamate avranno dei suoni più chiari e anche il reparto fotografico avrà dei miglioramenti, in momenti di scene fotografiche con bassa luce e con l’aumento della sensibilità di luce.

Per Xiaomi, la mossa è uno step essenziale per la nostra evoluzione. In ordine di distribuire su nostra promessa di portare innovazione disponibile a chiunque, abbiamo bisogno di padroneggiare le tecnologie di base della nostra industria e strettamente integrare il nostro sviluppo hardware con quello software, aiutandoci così a produrre smartphone ancora migliori che sorprenderanno e delizieranno costantemente i clienti finali.” Questo è quanto detto dal Xiaomi CEO, Lei Jun.

Tutto molto bello fino ad ora, le premesse sono certamente buone, ma la cosa che interessa maggiormente al pubblico è: quanto costa?

Non molto a quanto pare, difatti Xiaomi Mi 5c verrà venduto a 1,499 RMB, in cambio circa 200€, il quale lo rende un Xiaomi Mi 5 economico. Il device includerà un sensore di impronte digitale su quello che sembra il tasto fisico home, fotocamera da 12 megapixel, 3 GB di RAM e 64 GB di ROM.

Leggi ancheXiaomi Mi 5c “Meri” appare su GFXBench

Xiaomi quindi per adesso è soltanto la quarta azienda a produrre la propria linea di processori, vi sono varie speculazioni sul Mi 6, ma per adesso nulla di ufficioso o così rilevante da riportarlo. Ci preoccuperemo ad ogni modo di portarvi le notizie sempre il più velocemente possibili, pertanto continuate a seguirci.