La società cinese Xiaomi Corporation, produttrice di soluzioni mobile Android nella sfera mobile phone si sta rendendo ultimamente protagonista centrale del comparto smartphone grazie alla concessone delle proposte di ultima generazione emerse in fase di presentazione ufficiale per gli Xiaomi MI MIX 2 top di gamma e le soluzioni midrange della serie Xiaomi Note 3 che sul finire di Settembre 2017 hanno proposto le ultime innovazioni da corrispondersi alle nuove rispettive line-up.

Il record di vendita stabilito ultimamente da una compagnia che certamente ha saputo conquistarsi una posizione privilegiata di riferimento nel contesto del merchandising internazionale delle soluzioni Android Phone potrebbe avere presto modo di accrescere il suo potenziale in luogo di un prodotto identificato come Xiaomi Redmi Note 5 in cui convergono marcate ottimizzazioni sia per quanto concerne l’aspetto puramente estetico che il profilo prestazionale del comparto hardware.

Le prime immagini reali del dispositivo offrono la prospettiva su un componete che per fattezze estetiche ricalca appieno le sembianze dei più blasonati Samsung Galaxy S8 ed S8+ Plus che hanno lanciato le modalità di visualizzazione frontali in tecnologia Infinity Edge System che riducono a zero i bordi garantendo massimo margine operativo.Xiaomi Redmi Note 5

In tal caso non si è chiaramente al livello di innovazione tecnica raggiunto dalla controparte sudcoreana ma è comunque interessante notare la marcata riduzione delle cornici in tutte le direzioni. Si tratterebbe di un terminale realizzato attorno ad un frame di solido metallo con struttura posteriore potenzialmente in vetro ed in grado quindi di ottemperare la richiesta di applicabilità di un sistema di ricarica induttivo.

Una notizia che potrebbe trovare reale conferma in luogo della nuova adesione Xiaomi al WPC (Wireless Power Consortium), sebbene le voci e la brevità dei tempi intercorsi lascino pensare ad un rilascio postumo della funzionalità. Ad ogni modo, davvero di rilievo i bordi ridotti al minimo e la presenza di quella che potrebbe essere la nuova doppia fotocamera principale posteriore di sistema che, poco più in basso, si accompagna al classico sensore integrato intelligente per a lettura digitale delle impronte.

Xiaomi

Allo stato attuale è fin troppo presto per approntare una scheda tecnica completa per il terminale, ma molti analisti ed utenti comuni si sono prodigati nello stilare un’anteprima tecnica delle dotazioni, indicando la potenziale presenza di un sistema a microprocessore integrato siglato Qualcomm in revisione Snapdragon 660 Octa-Core o, al limite, un Mediatek Helio P25, con annesso supporto energetico con capacità da ben 4.000mAh e dotazioni di memoria RAM in linea con le proposte di fascia media parallele che vantano chip equipaggiati con moduli da 3 e 4GB.

Per quanto riguarda i prezzi, invece, ci si sbilancia a favore di listini variabili da $150 dollari americani (€128 al cambio attuale) per la variante da 3GB/16GB a $256 (€218 al cambio attuale) per la versione top-class da 4GB/64GB, passando per la zona intermedia delle proposte 3GB/32GB da concedersi ad un costo complessivo desiderato di $195 (€167 al cambio attuale).

Al momento si tratta di pure e semplici speculazioni di sorta che dovranno necessariamente trovare conferma ufficiale da parte della diretta interessate. Comunque sia, le nuove foto reali offrono sicuramente una panoramica fedele di quello che potremo vedere con il prossimo Xiaomi Redmi Note 5. Vi piace? Forse una scocca Total Black garantirebbe una resa maggiore del fattore profondità visiva. Resteremo in attesa di ulteriori riscontri e di un vostro personale parere al riguardo.