Dopo aver visto società del calibro di Nokia, Samsung, LG e Huawei il Mobile World Congress di Barcellona in corso fino al prossimo 2 Marzo 2017 ha avuto modo di mettere in mostra anche gli ultimi ritrovati della tecnologia ZTE che nell’occasione ha manifestato i suoi nuovi prodotti.

In questo contesto si sono visti i nuovi Blade device, ovvero sia le nuove line-up V8 Lite e V8 Mini come anche in nuovi ed esclusivi Gigabit Phone, smartphone il cui ruolo è quello di introdurre il concept di sistemi basati su tecnologie di rete 5G.

Davvero interessante appare in questo frangete quest’ultimo protagonista, il quale rende disponibile alcuni nuovi dettagli che si aggiungono alle poche informazioni fornite in via del tutto indiscrezionale nel corso di queste settimane. Il device è fondamentalmente basato su un core targato Qualcomm per lo Snapdragon 835 con tecnologia a 10nm (lo stesso che ospiterà il futuro Galaxy S8 di Samsung).

Grazie all’utilizzo di quest’ultima implementazione è stato possibile contare sull’utilizzo delle tecnologie mobile di comunicazione fornite tramite modem X16 LTE, il quale è stato esplicitamente progettato per abbattere la barriera sub-Gbps e quindi destinato ad anticipare le sorti di un 5G verso cui Qualcomm sta puntando molto (vedi i anche i nuovi modem X20 LTE).

Quest’ultimo livello tecnico porta la capacità teorica del downstream a 1Gbps netto e si affianca all’utilizzo delle tecnologia Pre5G Giga+ MBB sviluppata dalla stessa ZTE Mobile. Si tratta chiaramente di un device espressamente basato sulla tecnologia californiana di Qualcomm e che pertanto si manifesterà pubblicamente solo nel secondo trimestre a seguito di un’ottimizzazione mirata della nuova tecnologia.ZTE MWC 2017

Restando con i piedi per terra passiamo quindi a qualcosa di più concreto e nello specifico ai già annunciato ZTE Blade V8 Mini e Lite. La versione Mini punta il tutto per tutto nel comparto multimediale, forte ora della presenza di una soluzione Dual-Cam davvero ben congeniata. la configurazione prevede l’utilizzo di un sensore primario da 13 Megapixel ed un secondario con risoluzione d’uscita fissata sui 2 Megapixel che consente allo smartphone di acquisire la necessaria profondità di campo durante gli scatti variando il fuoco da f/1.0 a f/8.0 e garantendo così un effetto 3D davvero molto interessante. La versione frontale per la selfie-cam tiene conto invece di un’unità da 5 Megapixel con ottica a fuoco fisso.

Il retro del device ospita un sensore intelligente per la scansione delle impronte digitali da utilizzarsi quale metodo privilegiato di sblocco. La particolarità del componente è senza ombra di dubbio la sua reattività, la quale ha fatto registrare un unlock screen in soli 0.3 secondi. Il resto della scheda tecnica tiene invece conto di una dotazione base che lo inquadra nel range dei device di fascia economica.

Si passa infatti per un modesto display da 5 pollici con risoluzione d’uscita HD @1280×720 pixel e classico form factory da 16:9. Sotto il cofano troviamo un processore targato Qualcomm in versione Snapdragon 435 affiancato da un modulo di memoria da 2GB ed uno storage da 16GB standard eventualmente espandibile tramite lo slot esterno predisposto dal costruttore. La batteria è da 2.800mAh ed il device offre connettività 4G LTE e radio FM. Portandoci sul piano software è interessante notare l’implementazione out-of-the-box delle piattaforme Google OS di ultima generazione per la versione 7.0 di Android Nougat personalizzata MiFavor 4.2 UI.

Il device contiene tutto l’hardware necessario al suo funzionamento in una scocca di dimensioni 143.5 x 70 x 8.9mm.

Infine troviamo il modello ZTE Blade V8 Lite che rimarca ancora una volta il concetto di entry-level. Troviamo infatti un device costruito con chassis in metallo e cover posteriore con finitura No.205 Zircon-sand che fa capo ad una dotazione contraddistinta dalla presenza di un SoC MediaTek octa core MT6750 coadiuvato da un display da 5 pollici di diagonale ancora in HD @1280×720 Pixel, 2GB di memoria RAM e 16 GB di memoria ROM sempre espandibile. Stavolta non è stata posta particolare cura al comparto multimedia che in linea con le sue specifiche di fascia bassa riporta ad unità posteriore/anteriore rispettivamente di 8/5 Megapixel con ottica fissa.

Il corpo macchina racchiude il tutto in 143 x 71 x 8.0mm ed offre un comparto energetico da 2.500mAh e sensore di impronte digitali integrato da utilizzarsi per l’acceso al device. Non mancano radio FM ed anche qui Android Nougat con personalizzazioni proprietarie ZTE MiFavor 4.2.

La commercializzazione è stata prevista in Europa (talia, Germania e Spagna) sebbene al momento di disconoscano le tempistiche di distribuzione ed i relativi listini prezzi. Vi aggiorneremo non appena giungeranno nuove informazioni in sede sui prodotti. Che cosa ve ne pare di questi entry-level? Vi affascinano la capacità fotografiche della variante Mini o siete propensi a scoprire di più sul nuovo ZTE GigaPhone? Aggiornamenti a breve.

Intanto non perderti tutte le novità di questo MWC 2017 che si prolungherà fino al prossimo 2 Marzo 2017. Resta sintonizzato sui nostri canali ufficiali.

LEGGI ANCHE: Nokia presenta 3 smartphone Android ed un nuovo 3310 al MWC 2017