Covid-19: gli esercizi da fare per chi ha perso l’olfatto a causa della malattia

Date:

Share post:

Uno dei sintomi del Covid-19 è la perdita del gusto e dell’olfatto. Nella maggior parte dei casi le persone, una volta guarite, riacquisiscono la capacità di sentire i sapori e gli odori, ma non tutti. Alcuni riescono gradualmente in qualche giorno mentre per altri l’attesa può continuare anche per mesi. Per queste persone sarebbe indicato compiere un allenamento dell’olfatto.

Il suggerimento degli scienziati è di annusare quattro diversi odori due volte al giorno per diversi mesi. Come se fosse un muscolo, si cerca di esercitare questo senso e il cervello a funzionare di nuovo come dovrebbero. È un sistema valido anche per i casi normali di Covid-19.

 

Covid-19: allenare l’olfatto

Tra gli esperti che stanno suggerendo questo percorso c’è il professore Carl Philpott presso la scuola di Medicina di Norwich. Il sistema dietro questo allenamento è basato su quella che viene chiamata neuroplasticità in sostanza la capacità del cervello di riorganizzarsi per compensare un cambiamento o una lesione.

I dati attuali parlano di un caso ogni cinque di persone guarite dal Covid-19 che devono affrontare anosmia di lunga durata. Degli altri, più della metà ha comunque perso l’olfatto e il gusto durante il decorso della malattia quindi sanno cosa si prova a dover convivere con questo problema.

Attualmente non esiste un trattamento farmacologico valido per risolvere l’anosmia. Alcuni parlano di steroidi, ma non c’è un numero valido di prove scientifiche a sostenere un percorso del genere. Mettersi ad annusare odori diversi ogni giorno risulta sicuramente più comodo, più economico e meno pericoloso sotto ogni punto di vista.

Related articles

VPS Game, i server virtuali per il gaming

Il mondo del gaming ha fatto notevoli passi in avanti negli ultimi anni. Passi da gigante che oggi...

Amazon mette in guardia dalle truffe più recenti

Le truffe che utilizzano il nome di Amazon per ingannare e rubare soldi agli utenti si sono estremamente...

Misteriose “Geobatterie” Sul Fondo del Mare Producono Ossigeno e Potrebbero Spiegare l’Origine della Vita

Sul fondo dell'Oceano Pacifico, sparsi come patate metalliche, ci sono intriganti noduli che potrebbero essere più di semplici...

Nuova Speranza: la promettente terapia nella lotta al cancro al cervello

Negli ultimi anni, la ricerca oncologica ha compiuto passi da gigante, portando alla scoperta di nuove terapie e...