Array

POS: A settembre partiranno le prime sanzioni per le attività prive del pagamento

Date:

Share post:

Allo studio del governo si è parlato di un nuovo provvedimento in cui obbliga i commercianti ad accettare pagamenti tramite carta di credito. Da settembre potrebbero scattare delle multe di 30 euro a chi non ha il POS. Questo dettaglio annunciato dal viceministro dell’Economia Luigi Casero. A partire da settembre, le sanzioni saranno rivolte a professionisti, commercianti e artigiani che non permettono attualmente alle persone di pagare, tramite Bancomat, le transazioni superiori a 5 euro.

Mentre il Codacons fa le prime proteste sostenendo che il provvedimento attuato è tardivo e con sanzioni ridicole, la CGIA ha voluto lanciare un appello per permettere ad alcune categorie di artigiani di essere escluse da questo nuovo provvedimento. La Confesercenti, inoltre, vuole fare in modo di abbattere i costi di utilizzo del POS, soprattutto per i pagamenti di pochi euro.

POS multe settembre

POS: da settembre sarà obbligatorio averlo nella propria attività

Anche se l’Italia non è sicuramente fra le prime nazioni per i pagamenti digitali e per le carte elettroniche, comunque siamo ad un passo da altri Paesi. Questi sono Regno Unito, Francia e Germania. L’utilizzo della moneta elettronica da parte delle varie società italiane cresce a ritmi costanti. Secondo una relazione pubblicata da Confesercenti, ci sono state 2,18 milioni di installazioni di POS solo nel 2016. Questo si traduce in un aumento di 235 mila unità rispetto al 2015 (ossia +12%) e di quasi 800 mila rispetto al 2011 (+58%).

In media, negli ultimi 5 anni sono stati abilitati più di 400 nuovi POS ogni giorno. La diffusione dei dispositivi point of sales è cresciuta talmente tanto da superare il numero delle carte di pagamento personali. Queste, in questi ultimi 5 anni, sono aumentate del 36,8%. Gran parte dell’incremento si è avuto grazie alle carte di debito che passano da circa 36 milioni del 2011 a 53,7 del 2016.

Patrizia de Luise, presidente di Confesercenti, sostiene che le imprese hanno voluto adottare dei sistemi di pagamento elettronici liberamente. Nel caso dell’introduzione di multe, allora significherà punire quelle categorie di imprese che non possono sostenere il costo delle commissioni legate alle transazioni elettroniche. Esempi sono i gestori dei carburanti, i tabaccai, gli edicolanti e i bar.

POS multe settembre

Molti utenti costretti a portarsi dietro del denaro liquido

Grazie alla diffusione della moneta elettronica, poi, si stanno attualmente abbattendo i costi del POS, in particolar modo sui piccoli pagamenti. Attraverso una nota, il Codacons sostiene che tale provvedimento non risolverà il problema dei pagamenti attraverso il point of sales. Tantissimi consumatori che vogliono pagare attraverso Bancomat o carte di credito in taxi, bar, ristoranti, locali commerciali e così via si sono visti costretti a portarsi dietro del contante.

Tale rifiuto alimenterà sicuramente l’evasione. Carlo Rienzi, il presidente della Codacons, sostiene che la quantità in denaro della multa è del tutto ridicola. Questo perché servirebbero delle sanzioni molto più salate contro i trasgressori. Paolo Zabeo della CGIA vuole che il POS non diventi obbligatorio per tutte le categorie artigiane. Diverse attività che lavorano esclusivamente per altre aziende o per la Pubblica Amministrazione dovranno dotarsi del POS e pagare dei costi del tutto inutili.

Esempi sono gli autotrasportatori, le imprese di costruzione, le aziende metalmeccaniche e così via. Parliamo di attività che ricevono quotidianamente già dei pagamenti tracciabili. L’introduzione del POS, dunque, porterebbe vantaggi esclusivamente alle banche. Ci sono anche altre categorie artigiane, come gli idraulici, gli elettricisti, i falegnami e i manutentori di caldaie che spesso si recano personalmente nelle varie abitazioni per effettuare le riparazioni. A questo persone, il provvedimento obbligherà al dipendente o al collaboratore di dotarsi di un POS.

POS multe settembre

Alessio Salome
Alessio Salomehttp://#
Mi occupo principalmente di smartphone e tablet da più di 3 anni con una passione che mi spinge a tenermi aggiornato continuamente su tutte le novità in commercio. Scrivendo articoli, posso esprimere un parere obiettivo su ogni dispositivo che fa il suo ingresso nel mercato. Android è stato il mio primo sistema operativo mobile fin dal 2012 e da allora non l'ho più abbandonato. Blogger per passione ma anche per lavoro con collaborazioni attive con altri blog.

6 Commenti

    • Speriamo che settembre sia il mese giusto, anche se è da tempo che se ne parla. E speriamo che anche l’Italia si allinei con i Paesi Esteri.

      • Negli altri paesi non esitste alcun obbligo ed i pagamenti elettronici sono spontanei, inoltre le commissioni sono 5 volte inferiori , se lei fosse una barista sarebbe contenta di dare di dare 40 centesimi su un euro a servizi interbancari? non solo non sarebbe contenta ma dovrebbe chiudere il bar. I provvedimenti di ostacolare il contante anche se legali sono illegittimi ed anti costituzionali , ergo finiamola di fare i “modernoni” di questa ceppa, questa è l’ennesima marchetta che lo stato vuole fare alle banche che contribuirà ad affondare l’economia.

        • Allora, innanzitutto moderiamo i termini e proviamo a esprimere lo stesso concetto con sinonimi e contrari. Inoltre, il fatto che all’estero non ci sia alcun obbligo mi fa ribadire con più forza che l’Italia dovrebbe alleggerire l’utenza. Inoltre, non sono una barista, ma oltre ad essere un consumatore sono anche parte del popolo delle partita IVA. Discorso complesso, ma allora allo stesso modo anche io se chiedo fattura la commessa di turno non deve far finta di non saperla compilare o di non poterla fare. Non c’entra nulla con il pos, ma la situazione è simile.

          • Innanzitutto non mi sembra affatto di aver alzato i toni, nonostante il carattere vessatorio ed illegittimo dle provvedimento che introduce un obbligo dagli oneri insostenibili, io ad esempio ho dodici furgoni e li dovrei dotare tutti di un pos mobile con 40 euro di canone mensile e sono 6000 euro l’annodi solo canone a servizi interbancari s epoi parliamo del “pizzo” del 2% su un milione e mezzo di euro siamo aa 30.000 euro l’anno regalati ai super criminali di servizi interbancari, ovviamente avend i miei servizi un valore unitairo superiore ai 2000 euro nessuno potrebn be usar eil pos in quanto nel 95% dei casi il limite è di 1500 euro.e visto che ora mi sto scaldando, ci aggiungo che questa mega stronzata illegittima e mafiosa del pos obbligatorio che ribadisco trova riscontro solo nell’italietta illiberale e tassasiola il cui scopo sarebbe la tracciabilità di ogni scoreggia umana non serve a nulla perchè i pagamento sono tutti tracciati con i bonifici ergo è solo un regalo prosituzionale alle banchette fallite italiane. Milton Friedman sviscerò l’argomento ribandendo che il contante è la carta di credito dei poveri, se un povero cristo non h apiu un conto non gli puoi manco prestare i soldi per la spesa …gli devi prestar eil bancomat. Lei sa quanto italiano sono senza un conto ? Quessti abomini giurisprudenziali sono l’inequivicabole testimonaniananza ch ein Italia le leggi le fanno dei gangster con due specifici requisti, il primo è che vivono di soldi pubblici ed il secondo ch enon hanno mai lavoraot in vita loro. yabadabaduuuu
            Ciao

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 − due =

Related articles

Amazon: strepitose offerte da non farsi assolutamente sfuggire

Siete alla ricerca di prodotti tecnologici di ultima generazione a prezzi super convenienti? Amazon è decisamente il posto...

Qual è la probabilità di vincere al solitario?

Tra i giochi da tavolo, il solitario è generalmente considerato quello più semplice e intuitivo. Questa tendenza, potrebbe...

Scoperta di un nuovo gene: una potenziale arma contro il cancro metastatico

La lotta contro il cancro ha raggiunto una nuova frontiera con la scoperta di un gene che potrebbe...

Recensione Epomaker TH80 Pro V2 – tastiera meccanica con schermo RGB

Epomaker TH80 Pro V2 rappresenta la nuova versione di una delle tastiere più amate del brand cinese, una...