Scoperto il trucco utilizzato dai batteri per prevenire il sistema immunitario

Date:

Share post:

Gli scienziati hanno scoperto un altro trucco utilizzato dai batteri infettivi per aggirare il sistema immunitario del nostro corpo. In breve, i batteri rilasciano tossine per disarmare i mitocondri nelle cellule del sistema immunitario e, quando si sentono inattivi, le cellule innescano l’apoptosi (o morte cellulare programmata).

Ironia della sorte, è l’attivazione dei fattori di morte della cellula ospite che dà il colpo finale ai mitocondri, che induce l’apoptosi, non le tossine batteriche stesse“, spiega Pankaj Deo, biologo molecolare presso il Monash Biomedicine Discovery Institute (MBDI), in Australia, e uno degli autori dello studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Microbiology.

Utilizzando le cavie e facendo controlli genetici sull’apoptosi, gli scienziati sono stati in grado di ridurre l’infiammazione negli animali e diminuire il rischio di infezione.

 

Alcuni esempi

Neisseria gonorrhoeaeEscherichia coli e Pseudomonas aeruginosa sono stati i patogeni batterici testati – tutti si trovano spesso negli ospedali e possono sviluppare resistenza ai farmaci – ma il team afferma che i risultati si applicano anche ad altre specie di batteri.

In questo articolo abbiamo dimostrato che possiamo accelerare la risposta immunitaria. Il rovescio della medaglia è che, se quella risposta persiste e abbiamo un’infiammazione costante – che di solito è associata a un’infezione batterica e che causa molti danni ai tessuti – abbiamo un nuovo modo per fermare l’infiammazione che danneggia i tessuti“, ha detto Thomas Naderer, biologo molecolare presso MBDI e un altro degli autori della ricerca.

Tuttavia, secondo lo stesso sito web, saranno necessari ulteriori test sugli esseri umani per scoprire esattamente cosa sta succedendo a livello di microrganismi. Ma è possibile che i farmaci esistenti possano essere riformulati e fino a quando non si possano sviluppare nuovi farmaci per combattere le infezioni.

Ci sono stati molti sforzi per cercare di bloccare le endotossine che uccidono le cellule immunitarie, ma questo studio sposta davvero l’attenzione su diverse tossine che potrebbero essere più importanti. Questo ci fornisce alcuni buoni indizi che possiamo considerare come un passo successivo”, conclude Naderer.

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

TikTok fa marcia indietro: rimossa l’app che pagava gli utenti

Nell'ultimo periodo si è ampiamente discusso di TikTok, realtà che non sta vivendo un grande periodo negli Stati Uniti,...

Potere del Silenzio: rompere le barriere e dare voce ai pensieri nascosti

Il silenzio è una parte integrante della nostra vita quotidiana, spesso sottovalutato ma potente. Può essere un rifugio,...

Idrogeno Verde: futuro sostenibile o miraggio ecologico?

20Negli ultimi anni, l’idrogeno verde è emerso come una delle soluzioni più promettenti nel panorama delle energie rinnovabili....

Salute cognitiva: i modelli del sonno la influenzano nelle donne

Il sonno è una componente essenziale della salute generale, ma riveste un'importanza particolare per la salute cognitiva. Numerosi...