Stati Uniti: l’influenza aviaria altamente contagiosa ha colpito una fattoria

Date:

Share post:

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha segnalato un focolaio di influenza aviaria in una fattoria e in un gregge di tacchini dell’Indiana. Questo è stato ritenuto il primo caso in un’azione commerciale di pollame dal 2020. L’epidemia ha provocato una rapida reazione da parte degli importatori che cercavano di limitare la diffusione dell’influenza aviaria.  L’Indiana ha affermato che il ceppo era H5N1 ed è il primo caso di influenza aviaria altamente contagiosa nel pollame commerciale dal 2016.

Questo ceppo è stato scoperto anche negli uccelli selvatici che popolano le coste degli Stati Uniti e ha causato dei focolai nel pollame commerciale in Europa e Asia. Anche gli uccelli selvatici nel Canada orientale sono risultati positivi al virus in quel periodo. Il Canada ha confermato l’influenza aviaria H5N1 in uno stormo di pollame commerciale in Nuova Scozia, innescando diverse restrizioni commerciali da parte degli importatori.

 

Influenza aviaria, scoperto un focolaio in una fattoria degli Stati Uniti

Sebbene limitate, le restrizioni commerciali e la perdita di pollame a causa della malattia sono un duro colpo per il settore agricolo statunitense, l’USDA ha affermato che l’influenza aviaria non rappresenta un problema immediato per la salute delle persone. Circa 29.000 tacchini sono stati abbattuti per cercare di contenere la diffusione del virus. Questa epidemia scoperta in Indiana è importante perché indica che il ceppo è entrato in un percorso migratorio per gli uccelli chiamato Mississippi Flyway, i principali stati produttori di pollame degli Stati Uniti come il Mississippi.

Oltre alla grave minaccia che rappresenta per l’industria del pollame, questo ceppo di influenza aviaria è fonte di preoccupazione perché in rare occasioni gli esseri umani hanno contratto l’H5N1 dopo un contatto diretto o ravvicinato con pollame malato o morto che è stato infettato dal virus. Nell’essere umano questa infezione può causare problemi alle vie respiratorie, tra cui polmonite e insufficienza respiratoria, che in alcuni casi può causare la morte. L’Indiana è il terzo produttore di tacchini degli Stati Uniti, il 1 produttore di anatre e il 2 nella produzione di uova da pollame.

I funzionari hanno messo in quarantena la fattoria infetta e hanno affermato che gli uccelli del gregge non entreranno nel sistema alimentare. Stanno testando gli uccelli nell’area circostante per la malattia. La corretta manipolazione e cottura di pollame e uova a una temperatura interna di 73,8 gradi Celsius uccide batteri e virus, quindi pratiche di manipolazione degli alimenti sicure sarebbero sufficienti per uccidere il virus H5N1.

Foto di Tracey O’Brien da Pixabay

Annalisa Tellini
Annalisa Tellini
Musicista affermata e appassionata di scrittura Annalisa nasce a Colleferro. Tuttofare non si tira indietro dalle sfide e si cimenta in qualsiasi cosa. Corista, wedding planner, scrittrice e disegnatrice sono solo alcune delle attività. Dopo un inizio su una rivista online di gossip Annalisa diventa anche giornalista e intraprende la carriera affidandosi alla testata FocusTech per cui attualmente scrive

Related articles

Emicrania con Aura: la scoperta di un percorso terapeutico innovativo

L'emicrania con aura è una condizione debilitante che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Caratterizzata da...

Le emozioni possono influenzare il Ph dello stomaco

Le emozioni umane sono una parte essenziale della nostra vita quotidiana e possono avere un impatto significativo sul...

Diagnosi di autismo attraverso il microbioma intestinale: una nuova frontiera nella ricerca medica

La diagnosi di autismo è una sfida complessa che richiede un'analisi approfondita del comportamento e dello sviluppo del...

Hai vinto un iPhone 15 Pro: attenzione all’e-mail truffa

Avete ricevuto un'e-mail in cui vi viene comunicato che siete stati selezionati per vincere un iPhone 15 Pro...