Scoperta eccezionale: enorme deposito di ghiaccio sotto l’equatore di Marte svela nuove prospettive scientifiche

Date:

Share post:

Gli astronomi hanno annunciato una scoperta straordinaria: un enorme deposito di ghiaccio è stato individuato sotto l’equatore di Marte. Secondo i dati pubblicati su Geophysical Research Letters, i ricercatori hanno identificato depositi profondi sotto la Formazione Medusae Fossae (MFF), risalenti a quasi due decenni fa. Questi depositi, che coprono un’area estesa, sono ora ritenuti estremamente ricchi di ghiaccio, come suggerito dal radar MARSIS di Mars Express.

Il MFF, con la sua superficie scolpita dal vento, è significativo su Marte, occupando circa 1/5 della superficie degli Stati Uniti continentali. L’analisi dei dati del Mars Express dell’Agenzia spaziale europea rivela uno strato di ghiaccio che, se fuso, coprirebbe Marte con uno strato d’acqua profondo da 1,5 a 2,7 metri, equivalente alla quantità d’acqua presente nell’intero Mar Rosso sulla Terra.

Gli esperti, guidati dall’autore principale Thomas Watters dello Smithsonian Institution, hanno sorpreso la comunità scientifica affermando che i depositi di ghiaccio sotto il MFF sono ancora più spessi di quanto inizialmente stimato: fino a 3,7 km di spessore. Questa scoperta solleva domande fondamentali sulla formazione delle Medusae Fossae e potrebbe rivoluzionare la nostra comprensione della storia climatica di Marte.

Secondo Andrea Cicchetti dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, Italia, i nuovi dati radar dimostrano che il MFF non può essere solo un gigantesco cumulo di polvere, ma deve contenere strati significativi di ghiaccio. Questa rivelazione apre nuove prospettive sull’esplorazione umana o robotica, poiché questi depositi rappresenterebbero antichi serbatoi d’acqua, influenzando la storia climatica del pianeta rosso. La comunità scientifica si prepara a esplorare ulteriormente questa scoperta che potrebbe ridefinire il nostro approccio alla comprensione di Marte e della sua evoluzione climatica.

Immagine di vecstock su Freepik

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

La ‘Mano di Irulegi’: Un Antico Mistero della Lingua Basca Risolto?

Le radici della lingua basca, uno degli enigmi più affascinanti della linguistica europea, potrebbero essere alla luce grazie...

Vaiolo dell’Alaska: colpita la prima vittima, ma quali sono i sintomi?

Nel panorama medico mondiale, un'inquietante minaccia ha riacceso le luci dell'attenzione: il vaiolo dell'Alaska. Con la conferma della...

I serpenti si evolvono a velocità incredibili: un mistero per gli scienziati

I serpenti sono creature affascinanti e misteriose, e uno dei loro segreti più enigmatici è la loro capacità...

Parkinson: un farmaco a base d’oro per trattare il morbo

Il Parkinson è una di quelle patologie neurodegenerative che non hanno un farmaco in grado di curarle. Ci...