La nuova promessa è stata presentata il 23 agosto 2017 sia negli Stati Uniti sia in altri Paesi del mondo, e tra questi anche l’Italia. Per tutti coloro che hanno pre-ordinato lo smartphone nell’arco di tempo compreso tra la data di presentazione e il 14 settembre, hanno ricevuto in omaggio il Samsung DeX, che permette di utilizzare il dispositivo come se fosse un PC tramite un dock; mentre chi ha acquistato Galaxy Note 7 l’anno scorso – il 2016 della disfatta dell’azienda a causa di numerosi incidenti – avrà diritto ad un anno di copertura Kasko.

L’uscita ufficiale di Samsung Galaxy Note 8 è stata programmata per il 15 settembre 2017 e, secondo le statistiche, promette un grande successo economico. A livello internazionale le colorazioni dello smartphone sono quattro: Deepsea Blue, Orchid Gray, Midnight Black e Maple Gold. Tuttavia, in Italia sono disponibili solo gli ultimi due colori.

Infinity Display

Samsung Galaxy Note 8 monta un Infinity display da 6.3″ super AMOLED, con risoluzione Quad HD 2960 x 1440 pixel e densità pixel per pollice 552 ppi. Il più grande della famiglia Galaxy Note, per vivere emozioni intense in una superficie più ampia con proporzioni 18.5: 9. Il display, per avere un’idea, è simile a quello dell’S8. Inoltre, con un semplice tocco di S-Pen, e con 4096 livelli di pressioni, sullo schermo è possibile prendere appunti, disegnare o scrivere su una foto e condividerla con gli amici o sui social, con una visualizzazione superiore al Galaxy Note 4 del 14%. Infine, il display è protetto da Gorilla Glass 5″.

Samsung Galaxy Note 8 unità vendute weekend

Estetica e design

L’estetica del Note 8 è edge to edge, ovvero elimina i bordi laterali, in modo che lo schermo frontale appaia molto piatto e senza spessore. Le dimensioni dello smartphone sono 162.5 x 74.6 x 8.5 mm, per un peso complessivo di 195 grammi di alta tecnologia.

La struttura è simmetrica, elegante ed armoniosa e garantisce un’ottima visualizzazione e minor stanchezza per gli occhi, oltre ad una presa comoda. Il collocamento del lettore delle impronte digitali è posizionato sul lato posteriore dello smartphone. 

Note 8

Hardware e software

La RAM ammonta a 6 GB, mentre la memoria interna è disponibile in tre storage, rispettivamente
64/128/256 GB in UFS 2.1. Il processore utilizzato in Europa è Exynos 8895 Octa-Core e GPU MALi G71 MP20, ment il SoC commercializzato in America è Qualcomm Snapdragon 835 Octa-core GPU Adreno 540: entrambi sono processori di ultima generazione, con un processo costruttivo a 10 mm. L’unica differenza tra i due SoC è la potenza: infatti, la versione diffusa in Europa è 174.000 punti contro i 162.000 punti di quella americana. I processori erano già stati utilizzati per i Galaxy S8/S8 Plus.

Batteria e sistema operativo

La batteria è di 3300 mAh, con 200 mAh in meno rispetto al Galaxy S8 Plus, probabilmente assorbiti dalla S-pen. Il sistema operativo è Android 7.1.1 Nougat, con interfaccia adattata da Samsung.

Sensori e connettività

Il comparto sensori è particolarmente ricco e comprende: lettore di impronte digitali, scanner dell’iride, sensore del battito cardiaco, sensore della luminosità e della prossimità, barometro, accelerometro, giroscopio e sensore neo-magnetico. Ciò garantisce che il device risulti sicuro più che mai, oltre che racchiudere in sé i segreti della tecnologia più raffinata.

Lo sblocco avviene in sei modalità: scansione, password, PIN, riconoscimento facciale, impronta,
segnale personalizzato. 

La connettività avviene tramite WIFI 802, Bluetooth 5.0, GPS, MST (per pagamenti elettronici) e
NFC.

Samsung Galaxy Note 8

Fotocamera

Per la prima volta appare una doppia fotocamera su uno smartphone Samsung. Più precisamente, si tratta di due moduli da 12 megapixel con due stabilizzatori ottici (OIS): il primo è abbinato ad un’ottica grandangolare f/1.7 con un sensore Dual Pixel e supporto alla modalità Auto Focus rapido, mentre il secondo è un’ottica “tele” f/2.4.

La fotocamera anteriore f/1.7, invece, ha un modulo da 8 megapixel con Smart Auto Focus, per selfie perfetti e animoji divertenti!

Tra le caratteriste della fotocamera risaltano la “Messa a fuoco”, che permette di regolare la profondità di campo e, quindi, ottenere sfondi più o meno sfocati. Un’altra modalità degna di nota è “Aquisizione doppia”, che permette di scattare contemporaneamente due foto e memorizzarle.

Insomma, Samsung Note 8 è in grado di portare l’utente in un mondo in cui le immagini prendono vita, le profondità si adattano all’immaginazione e i volti risaltano rispetto lo sfondo!

Galaxy Note 8 dual camera

Foto e colori 

La storia del predecessore Note 7

Il 19 settembre 2016 sono stati immessi sul mercato circa 2,5 milioni di Samsung Note ma, solo 6 settimane dopo, l’azienda sudcoreana più trendy del settore smartphone è stata costretta a ritirare il suo innovativo prodotto dal mercato per misure di sicurezza. Tutti, infatti, ricordano le diverse segnalazioni di device esplosi. Negli Stati Uniti, ad esempio, si sono verificati 92 incidenti, e tra questi ricordiamo il volo 994 della Southwest Airlines del 5 ottobre 2016, costretto ad evacuare i passeggeri a causa di un Galaxy Note 7 surriscaldato, che aveva iniziato ad emettere fumo. Samsung confermò che si trattava di un problema alle batterie e che la percentuale di prodotti difettosi era circa 1 su 42.000 ma, poiché non era possibile identificare i lotti con il problema riscontratosi, la vendita venne sospesa.

Il ritiro dei Samsung Galaxy Note 7 dal mercato ha causato una grave perdita di guadagni per l’azienda, anche perchè il prodotto avrebbe dovuto fare diretta concorrenza agli iPhone 7, in vista dell’imminente Natale particolarmente redditizio. Gli analisti, in seguito, riuscirono a stimare un danno sia economico che d’immagine per Samsung di circa 15 miliardi di dollari. Il fallimento ha segnato la storia della telefonia mobile e dell’elettronica di consumo, lasciando una scia di utenti delusi, arrabbiati e curiosi.