WhatsApp: ecco come scrivere con caratteri speciali nelle chat

Date:

Share post:

Forse non lo sapete, ma è possibile fare caratteri speciali all’interno delle chat di WhatsApp senza l’utilizzo di nessuna applicazione di terze parti. Non si tratta di una nuova funzione, ma di qualcosa che è presente su WhatsApp da diversi anni. Curiosi di sapere come si fa? Scopriamolo insieme.

Non vi bastano le semplici emoji e volete aggiungere un tocco di originalità alle vostre chat WhatsApp? Bene, sappiate che è possibile scrivere messaggi in caratteri speciali semplicemente utilizzando dei piccoli “trucchetti” presenti all’interno dell’app (sia iOS che Android). Nel prossimo paragrafo, tutte le procedure nel dettaglio.

 

WhatsApp: scrivere utilizzando caratteri speciali

Su WhatsApp è possibile scrivere utilizzando diversi caratteri speciali. Quelli disponibili all’uso senza dover scaricare nulla di extra sono: il grassetto, il corsivo, il barrato e il monospazio. Scrivere utilizzando ognuno di questi è semplicissimo. Bisogna, infatti, solamente aggiungere dei simboli prima e dopo il testo per fa sì che questo venga trasformata nei caratteri speciali desiderati.

  • Per il grassetto, tutto ciò che bisogna fare è posizionare un asterisco prima e dopo il testo che volete scrivere. Es. *Testo*
  • Per il corsivo, tutto ciò che bisogna fare è posizionare un trattino basso prima e dopo il testo che volete scrivere. Es. _Testo_
  • Per il barrato, tutto ciò che bisogna fare è posizionare una tilde prima e dopo il testo che volete scrivere. Es. ∼Testo∼
  • Per il monospazio, tutto ciò che bisogna are è posizionare tre apici prima e dopo il testo che volete scrivere. Es. ‘ ‘ ‘Testo’ ‘ ‘

Se anche questi caratteri non vi soddisfano e volete qualcosa di più, potete utilizzare uno dei tanti generatori di caratteri speciali presenti sul web. Basterà generare il testo nel font preferito, copiarlo ed incollarlo all’interno delle chat. Restate in attesa per eventuali aggiornamenti a riguardo.

Francesco Bassetti
Francesco Bassetti
Studente universitario di biotecnologie appassionato al mondo Apple e della tecnologia in generale

Related articles

Scoperto il gene colpevole: la nuova frontiera nella comprensione delle emicranie

L'emicrania, un disturbo neurologico debilitante che affligge milioni di persone in tutto il mondo, ha finalmente trovato una...

Il pensiero riflessivo potenzia il cervello adolescenziale contro la violenza

Il pensiero riflessivo, noto anche come pensiero critico, è la capacità di analizzare e valutare le proprie esperienze...

Marte: una pianta che potrebbe crescere sul pianeta rosso

L'idea ormai sembrerebbe quella di andare a popolare altri corpi celesti, e i motivi possono essere vari. Per...

iPhone SE 4 avrà lo stesso processo produttivo di iPhone 16

Il prossimo smartphone low-cost della mela morsicata, iPhone SE 4 sarà molto più simile ad iPhone 16 di...