Alzheimer: l’autopsia di un malato e il cervello

Date:

Share post:

Sono decenni di anni che si cerca di studiare in lungo e il largo il morbo di Alzheimer e nonostante le informazioni raccolte sono numerosissime, si può solo mitigare il progredire della malattia. Un nuovo studio sta quindi cercando di scoprirne i segreti effettuando autopsie su malati ormai defunti. La speranza è di capire qualcosa di più dai cambiamenti fisici che avvengono nel cervello durante il decorso della malattia.

La semplice analisi del tessuto del cervello di un malato di Alzheimer mostra notevoli differenze rispetto a quelle di un individuo sano. Nello specifico le microglia del primo gruppo si trovano molto più comunemente in uno stato che si può definire di pre-infiammazione; questo di fatto le rende meno protette. La loro funzione è di eliminare le scorie che si accumulano nel suddetto organo, cosa che non riesco a fare a dovere in tale stato.

 

L’autopsia al cervello di chi aveva il morbo di Alzheimer

Nel morbo di Alzheimer le microglia finiscono per danneggiare attivamente il cervello in quanto possono diventare troppo attive. Quello che fanno è andare a causare infiammazioni nel cervello che però non riescono a essere tenute sotto controllo dai dei semplici farmaci antiinfiammatori.

Le parole dei ricercatori: “A questo punto, non possiamo dire se le microglia stiano causando la patologia o se la patologia stia facendo sì che queste microglia alterino il loro comportamento. Ora che abbiamo determinato i profili genetici di queste microglia, possiamo provare a scoprire esattamente cosa stanno facendo e, si spera, identificare modi per cambiare i loro comportamenti che potrebbero contribuire alla malattia di Alzheimer. Se riusciamo a determinare cosa stanno facendo, potremmo essere in grado di cambiare il loro comportamento con trattamenti che potrebbero prevenire o rallentare questa malattia.”

Related articles

Russare: un silenzioso segnale di rischio per l’ipertensione

Il russare è un disturbo del sonno comune che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Spesso...

Denti: scoperto un farmaco che gli permette di ricrescere

Gli scienziati giapponesi hanno recentemente fatto una scoperta rivoluzionaria nel campo della medicina dentale: un farmaco che potrebbe...

Controlla i dettagli del tuo pacco: attenzione alla truffa SMS

In questi giorni, diversi utenti stanno ricevendo uno strano messaggio da parte del noto corriere Bartolini. In questo,...

Recensione Ventilatore a Torre Levoit Classic LTF-F362-WUK, ideale per chi cerca efficienza e silenziosità

E ora che il caldo ha veramente iniziato a farsi sentire, abbiamo testato il ventilatore a torre Levoit...