Array

Apple Music su Android: disponibile il download dal Google Play Store

Date:

Share post:

Dopo averlo annunciato in anteprima attraverso alcuni rapidi screenshot al WWDC di giugno, Apple ha ufficialmente implementato il suo servizio di musica streaming, Apple Music, su Android rendendolo disponibile al download dal Google Play Store. Apple Music si unisce ad altre applicazioni per il sistema operativo di Google sviluppate in principio solo per iOS, sostituendosi all’app Beats Pill+.

Apple Music offre l’accesso ad un ampio catalogo di musica streaming, supportata da un servizio di musica consigliata in funzione dei gusti dell’utente. Ogni brano o video musicale può essere salvato per essere riascoltato quante volte si vuole in modalità offline. Come per gli utenti iOS, l’abbonamento ad Apple Music costa 9.99 euro al mese, terminato il periodo di prova gratuito di tre mesi. In alternativa si può scegliere la versione da 14.99 euro al mese che consente di collegare fino a cinque account diversi, attraverso la condivisione familiare.

Apple Music disponibile sul Play Store di Google

Apple Music su Android è attualmente disponibile in versione beta, il che significa che l’app non è ancora completa e che mancano alcune funzioni quali i video musicali. Inoltre, per registrarsi al servizio o scaricare gli aggiornamenti è necessario utilizzare un Mac o un dispositivo iOS. Infine, il processo di iscrizione deve essere ancora ottimizzato su Android.

Se si possiede già iTunes per il PC, Apple Music consente di accedere alla propria libreria musicale direttamente da un qualsiasi dispositivo Android. Gli abbonati all’app di Beats dovranno migrare dalla vecchia applicazione alla nuova di Apple Music per continuare ad usufruire del servizio, mantenendo cosi libreria musica e playlist precedentemente salvate. Per quanto riguarda Apple Musica su Windows Phone, non è attualmente previsto il suo rilascio sui dispositivi di Microsoft.

Apple Music su Play Store

Considerando l’aspetto economico di Apple Music, Android aggiunge un altro punto di accesso per incrementare il numero di abbonati a questo servizio. Nel mese di ottobre, il CEO della compagnia di Cupertino, Tim Cook, ha riferito che sui 15 milioni di utenti totali che hanno iniziato la prova gratuita dei tre mesi solo 6.5 milioni sono passati alla versione a pagamento, continuando ad utilizzare il servizio di musica streaming.

Ora Apple Music amplia il suo campo di vendita aggiungendosi a tutti i dispositivi Android, affianco a iPhone, iPad, iPod Touch, Apple Watch, Apple TV 4, Mac e PC. Per confronto, Beats Music, a cui Apple Music si sostituisce, era disponibile solo su iPhone, iPad, iPod Touch, Android, Windows Phone e in versione web.

Sarà interessante vedere come gli utenti Android accoglieranno l’avvento di Apple Music sul Play Store, ma soprattutto quanti di questi decideranno mantenere il servizio conclusi i tre mesi di prova. Apple Music versione beta 0.9.0 build 152 è scaricabile sul Google Play Store gratuitamente.

Gianluca Belloni
Gianluca Belloni
Influencer, Blogger e Studente di Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, appassionato di tecnologia, web marketing, fotografia, viaggi e lifestyle. Ho iniziato a lavorare con internet nel 2012 quando ho acquistato il mio primo MacBook, ma la mia passione per le cose da "nerd" nasce quando ero bambino. Mi piace condividere le mie idee e opinioni riguardo ciò che mi appassiona, ma soprattutto restare informato e informare sulle ultime novità in campo tecnologico.

Related articles

L’impatto emotivo del rifiuto è equivalente al dolore fisico

Il rifiuto, un'esperienza universale nell'interazione umana, ha dimostrato di avere un impatto emotivo profondo, spesso paragonabile al dolore...

Eclissi Solari nel Prossimo Decennio: 2026-2034

Tra il 2026 e il 2034, ci saranno diverse eclissi solari visibili in diverse parti del mondo, offrendo...

WhatsApp: arriva la sezione dei contatti online di recente

Un'interessante novità è stata scovata in queste ore all'interno dell'ultima beta dell'app WhatsApp per dispositivi Android. Di che...

Cambiamenti climatici: perché l’inflazione può influenzarli?

Negli ultimi decenni, l'inflazione è diventata una delle principali preoccupazioni economiche a livello globale. Allo stesso tempo, i...