Caffè nel cemento: i fondi per una miscela miracolosa

Date:

Share post:

I fondi del caffè sono già di per sé utili a livello domestico visto che possono essere usati per molte cose. Un nuovo studio australiano però ha pensato molto più in grande arrivando a concepire un nuovo tipo di cemento che dovrebbe risultare più resistente del 30%. Un connubio che andrebbe ad evitare uno spreco su scala industriale di questo prodotto riducendo nel futuro la necessità di ricostruire.

Secondo numerose fonti, nel mondo si arrivano a produrre fino a 10 miliardi di chilogrammi di fondi del caffè e la maggior parte di questi finisce semplicemente in discarica dove si accumulano e vengono dimenticati. Poterli sfruttare in tal senso andando ridurre la necessità sarebbe un passo avanti enorme. Non tutta la sabbia è utile per il cemento tanto che in molte zone sta diventando particolarmente difficile da trovare.

 

I fondi del caffè per un futuro più sostenibile

Le parole dei ricercatori: “Lo smaltimento dei rifiuti organici, come i fondi del caffè, rappresenta una sfida ambientale poiché emette grandi quantità di gas serra tra cui metano e anidride carbonica, che contribuiscono al cambiamento climatico. In aggiunta, la continua estrazione di sabbia naturale in tutto il mondo – tipicamente prelevata dai letti e dalle rive dei fiumi – per soddisfare le richieste in rapida crescita del settore edile ha un grande impatto sull’ambiente. Ci sono sfide cruciali e durature nel mantenere un approvvigionamento sostenibile di sabbia a causa della natura limitata delle risorse e dell’impatto ambientale dell’estrazione della sabbia. Con un approccio di economia circolare, potremmo tenere i rifiuti organici fuori dalle discariche e anche preservarli meglio.”

I ricercatori hanno creato dei fondi di caffè carbonizzati riscaldandoli fino a 350° Celsius andando a eliminare ogni presenza di ossigeno. Aggiungendo questo elemento alla miscela del cemento lo hanno reso più resistente e più duraturo. Ora è una cosa da replicare su larga scala.

Related articles

Basso peso alla nascita e declino cognitivo: cause, effetti e interventi

Il basso peso alla nascita (BPN), generalmente definito come un peso inferiore a 5,5 chili, è una condizione...

WhatsApp: in arrivo funzioni AR per migliorare le videochiamate

WhatsApp intende migliorare sensibilmente le videochiamate tra utenti! Scovate all'interno dell'ultima beta dell'app per dispositivi Android, tracce di...

Procrastinare: essere ottimisti potrebbe essere un buon antidoto

La procrastinazione, il rimandare compiti e decisioni a un momento successivo, è un fenomeno comune che può influenzare...

AI Rileva il Parkinson Sette Anni Prima dei Sintomi con Precisione del 100%

Un recente studio pubblicato su Nature Communications ha rivelato un progresso significativo nella diagnosi precoce del morbo di...