Cancro: sarà implementata l’analisi del sangue che riconosce oltre 50 specie

Date:

Share post:

Secondo un gruppo di scienziati, una semplice analisi del sangue in grado di rilevare oltre 50 tipi di cancro sarà presto implementata come un test di screening. Ancora in fase di sperimentazione, è rivolto ad un pubblico con un alto rischio di malattia, comprese persone di età pari o superiore ai 50 anni.

Sembrerebbe essere in grado di diagnosticare molti tipi di malattie difficili da identificare nelle fasi iniziali come il tumore alla testa, collo, ovaio e alcuni tumori del sangue. I risultati dello studio dimostrano quanto questo test sia preciso e sia in grado di rilevare il cancro dai primi sintomi.

 

Cancro, un’analisi del sangue potrebbe aiutare a prevenire la malattia

Il test, sviluppato dalla società statunitense Grail, cerca cambiamenti chimici in frammenti di codice genetico, DNA privo di cellule, che fuoriescono dai tumori nel flusso sanguigno. Funziona esaminando il DNA che viene versato dai tumori e trovato in circolo nel sangue. Più specificamente, si concentra sui cambiamenti chimici di questo DNA, noti come modelli di metilazione.

Gli scienziati hanno analizzato le prestazioni del test in 2.823 persone con la malattia e 1.254 persone senza. Ha identificato correttamente quando il cancro era presente nel 51,5% dei casi, in tutte le fasi della malattia. Nei tumori solidi, come i tumori esofagei, epatici e pancreatici, la capacità di generare un risultato positivo del test era il doppio rispetto a quella dei tumori, come seno, tumori dell’intestino, del collo dell’utero e della prostata.

La capacità complessiva di generare un risultato positivo del test nei tumori del sangue, come il linfoma e il mieloma, è stata del 55,1%. Il test ha identificato correttamente anche il tessuto in cui si trovava il cancro nel corpo nell’88,7% dei casi. Trovare il cancro in anticipo è una delle opportunità più significative che abbiamo per ridurre il peso del cancro. Questi dati suggeriscono che il test potrebbe avere un profondo impatto su come viene rilevato il cancro e, in definitiva, sulla salute pubblica.

I falsi positivi sono bassi, il che è importante in quanto ciò eviterà diagnosi errate. Per alcuni tipi di tumore più comuni il test ha anche rilevato tumori molto piccoli, che potrebbero essere potenzialmente curati. Questo ultimo studio fornisce ulteriori prove che esami del sangue come questo potrebbero aiutare a trovare tre quarti dei tumori in una fase iniziale.

Foto di Colin Behrens da Pixabay

Marco Inchingoli
Marco Inchingoli
Nato a Roma nel 1989, Marco Inchingoli ha sempre nutrito una forte passione per la scrittura. Da racconti fantasiosi su quaderni stropicciati ad articoli su riviste cartacee spinge Marco a perseguire un percorso da giornalista. Dai videogiochi - sua grande passione - al cinema, gli argomenti sono molteplici, fino all'arrivo su FocusTech dove ora scrive un po' di tutto.

Related articles

Zephyr, l’aereo a energia solare che rivoluzionerà la sorveglianza terrestre

Immagina un velivolo silenzioso, con un'apertura alare pari a quella di un piccolo aereo passeggeri, ma dal peso...

Frutta con il cancro: ne basta anche solo l’odore

Tutti i sensi sono importanti per noi e infatti anche l'olfatto è importantissimo e per diversi aspetti. Tra...

Giochi sicuri BetBlack tra divertimento e responsabilità

BetBlack rappresenta un punto di riferimento per chi cerca un'esperienza di gioco online all'insegna della sicurezza e del...

Sony PS5: quale è il gioco più venduto nelle prime 24 ore?

Vi siete mai chiesti quale fosse il gioco PS5 più venduto nelle prime 24 ore dal lancio? una domanda che...