Demenza e SLA: le due malattie condividono collegamenti molecolari

Date:

Share post:

La sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e la demenza sono due condizioni neuro degenerative che, nonostante le loro differenze cliniche, condividono alcuni collegamenti molecolari intriganti. Questi collegamenti offrono una prospettiva nuova e preziosa nel comprendere le basi biologiche di queste malattie e potrebbero guidare lo sviluppo di terapie mirate. La ricerca ha analizzato l’espressione dell’RNA in oltre 620.000 cellule della corteccia motoria e prefrontale, scoprendo cambiamenti quasi identici nell’espressione genetica nei neuroni più vulnerabili delle malattie, suggerendo percorsi molecolari condivisi.

Questa scoperta suggerisce potenziali bersagli terapeutici che potrebbero essere efficaci sia per la SLA che per la FTLD, evidenziando l’importanza di comprendere le basi molecolari condivise da queste malattie neuro degenerative. La SLA è una malattia neuro degenerativa progressiva che colpisce i neuroni motori, portando a una degenerazione della muscolatura scheletrica e alla perdita di controllo dei movimenti volontari. D’altra parte, la demenza è caratterizzata da una perdita progressiva delle funzioni cognitive, inclusa la memoria, il ragionamento e la capacità di pensiero astratto.

 

Collegamenti molecolari, la SLA e la demenza li condividono

Nonostante le differenze nei sintomi principali, sia la SLA che la demenza condividono alcune similitudini molecolari. Ad esempio, è stato dimostrato che entrambe le condizioni presentano aggregati anomali di proteine, come la proteina TDP-43, che si accumulano nei neuroni e interferiscono con le normali funzioni cellulari. Un’altra connessione molecolare tra SLA e demenza riguarda l’infiammazione e la risposta immunitaria del cervello. Studi recenti hanno evidenziato un’attivazione simile delle cellule gliali e un aumento dei livelli di citochine infiammatorie in entrambe le condizioni, suggerendo un ruolo critico dell’infiammazione nel loro sviluppo e progressione.

Entrambe le malattie hanno anche un importante componente genetico. Mutazioni in diversi geni sono state associate sia alla SLA che alla demenza, tra cui il gene C9orf72, che è stato implicato in entrambe le condizioni. Queste scoperte suggeriscono che vi potrebbe essere una sovrapposizione genetica significativa tra le due malattie. Grazie alla comprensione dei collegamenti molecolari tra SLA e demenza, gli scienziati stanno iniziando a esplorare approcci terapeutici comuni. Ad esempio, terapie mirate alla riduzione dell’accumulo di proteine anomale o all’attenuazione dell’infiammazione cerebrale potrebbero avere un potenziale benefico per entrambe le condizioni.

Queste scoperte hanno anche importanti implicazioni cliniche. Una migliore comprensione dei meccanismi molecolari condivisi potrebbe portare allo sviluppo di biomarcatori comuni per la diagnosi precoce e il monitoraggio della progressione delle malattie. Ciò potrebbe consentire interventi terapeutici più tempestivi e mirati, migliorando così la prognosi dei pazienti. In conclusione, i collegamenti molecolari tra SLA e demenza aprono nuove vie di ricerca e terapia per queste gravi condizioni neuro degenerative. Continuare a esplorare e comprendere queste connessioni potrebbe portare a importanti progressi nella diagnosi e nel trattamento, offrendo speranza a coloro che sono affetti da queste malattie debilitanti.

Immagine di kjpargeter su Freepik

Annalisa Tellini
Annalisa Tellini
Musicista affermata e appassionata di scrittura Annalisa nasce a Colleferro. Tuttofare non si tira indietro dalle sfide e si cimenta in qualsiasi cosa. Corista, wedding planner, scrittrice e disegnatrice sono solo alcune delle attività. Dopo un inizio su una rivista online di gossip Annalisa diventa anche giornalista e intraprende la carriera affidandosi alla testata FocusTech per cui attualmente scrive

Related articles

WhatsApp: arriva la sezione dei contatti online di recente

Un'interessante novità è stata scovata in queste ore all'interno dell'ultima beta dell'app WhatsApp per dispositivi Android. Di che...

Cambiamenti climatici: perché l’inflazione può influenzarli?

Negli ultimi decenni, l'inflazione è diventata una delle principali preoccupazioni economiche a livello globale. Allo stesso tempo, i...

Nuove specie di canguri giganti fossili scoperti in Australia e Nuova Guinea

Paleontologi della Flinders University hanno scoperto tre nuove e affascinanti specie di canguro gigante fossile provenienti da Australia...

Recensione Vasco Translator V4: un traduttore simultaneo in 108 lingue

Vasco Translator V4 è un piccolo dispositivo che apre le porte verso un mondo infinito di opportunità, la perfetta soluzione per...