EASEUS Partition Master: il migliore strumento per il partizionamento per Windows

Date:

Share post:

EASEUS Partition Master ha molte caratteristiche. Per testare le sue potenzialità e funzionalità è stato utilizzato un disco rigido esterno da 1TB. Necessità di molto tempo per terminare la pulizia dei dati sul disco rigido, ma ha ottenuto risultati ottimi. Una volta effettuata la pulizia, infatti, non è stato trovato alcun file recuperabile. Come pro ha tantissimi strumenti di gestione della partizione del disco, cancella assolutamente in modo sicuro i dati e file sul disco senza lasciare alcuna traccia, funziona rapidamente per quasi tutte le operazioni di partizionamento del disco ed, inoltre, da non sottovalutare la sua facilità e praticità di utilizzo, rivolta a qualsiasi utente, anche i più inesperti.

 

Sicuramente si sono riscontrati problemi nell’utilizzo del programma. Ho avuto un problema non indifferente durante la migrazione del sistema operativo sul disco rigido e per la creazione di un disco di avvio, come invece affermava contrariamente il problema. Questo impedimento è stato risolto utilizzando un altro programma per la creazione del disco di avvio.

 

Funziona con sistemi operativi come Windows 10, Windows 8, Windows 7, Windows Vista e Windows XP. Non partono in automatico le modifiche ma vengono inviate ad una sezione, chiamata “Operazioni in sospeso” e vanno eseguite per essere apportate. Si può anche programmare un eventuale spegnimento del pc in automatico dopo aver apportato le modifiche in sospeso. Con l’utilizzo di questo programma diventa facilissimo ridimensionare la partizione, ed è facile come far scorrere la partizione a destra ed a sinistra, ma volendo può essere effettuata anche manualmente attraverso semplici comandi.

Ovviamente possono essere unite insieme più partizioni dello stesso disco ed è possibile copiare i contenuti dell’altro generando una cartella in una partizione, ma senza eliminare i contenuti nelle altre partizioni. Successivamente è possibile eliminare o rimuovere tutte le partizioni sul disco, cancellando in modo definitivo, in questo modo, tutti i dati contenenti.

Una partizione può essere copiata, formattata, nascosta o addirittura può essere clonata anche in una partizione di destinazione più piccola della sorgente originaria. L’intero programma gode di alta protezione dei dati personali tramite utilizzo di password che impedisce modifiche e visualizzazioni non autorizzate alle unità e partizioni stesse. Il programma supporta anche la deframmentazione delle partizioni ed è possibile eseguire un test di superficie su un qualsiasi disco rigido atto a rilevare eventuali settori del disco danneggiati e correggere gli errori segnalati, è possibile ricostruire anche l’MBR di qualsiasi unità di partizione. Inoltre è possibile modificare facilmente anche la lettera dell’unità e l’etichetta del volume dei dischi rigidi.

Il fatto che le modifiche apportate non vengano applicate direttamente è un pregio, in modo da poter controllare al meglio le modifiche da effettuare prima di eseguirle. È possibile vedere il risultato ad esempio di una modifica di partizione, formattazione e modifica dell’unità letterale in pochi istanti prima di eseguirla effettivamente. Gli unici contro sono la creazione del disco di avvio e la migrazione del sistema operativo sul disco rigido che si sono dimostrati più complicati e non coerenti di quanto previsto. Si può acquistare direttamente dal sito ufficiale.

Related articles

Potere terapeutico della musica: esplorando i suoni per alleviare lo stress

La musica ha un potere incredibile di influenzare le nostre emozioni e il nostro stato d'animo. In un...

Il Futuro dell’Oceano Atlantico: Chiusura da Gibilterra e un Nuovo Anello di Fuoco in Vista

L'Oceano Atlantico, pur sembrando eterno nella nostra scala temporale, è soggetto al ciclo di Wilson che lo vede...

I nuovi iPad Pro saranno incredibilmente sottili

Manca oramai pochissimo al lancio della nuova generazione di iPad Pro e su internet stanno trapelando sempre più...

Alzheimer prima dei vent’anni: il caso

La maggior parte dei casi di Alzheimer si presentano oltre una certa età, di solito oltre ai 70...