Gli Esseri Umani: i Veri “Topi” del Regno Animale

Date:

Share post:

Un recente studio pubblicato su Nature Ecology & Evolution ha rivelato un fatto sorprendente: più della metà dei “salti virali” tra uomo e animale avvengono dall’uomo all’animale, e non viceversa. Questo significa che gli esseri umani sono i principali diffusori di malattie nel regno animale.

 

L’Impatto dell’Attività Umana: Un’Analisi Sorprendente

I ricercatori hanno creato “alberi genealogici” dei virus per comprendere meglio i modelli di trasmissione tra specie. I risultati hanno dimostrato che, nel 64% dei casi, sono gli esseri umani a infettare altre specie animali con i loro virus.

Un Esempio Concreto: il Covid-19

Il Covid-19 è un esempio lampante di questa dinamica. Sebbene la fonte iniziale del virus possa essere stata un altro animale, è stato l’uomo a diffonderlo su larga scala, contagiando numerose altre specie.

Le Cause del Fenomeno

La dimensione della popolazione umana e la sua diffusione globale sono state identificate come le principali cause di questo fenomeno. Gli esseri umani, presenti in tutto il mondo, hanno maggiori opportunità di entrare in contatto con altre specie, aumentando così il rischio di trasmissione virale.

Implicazioni per la Salute Pubblica

Questo studio evidenzia l’importanza di comprendere il ruolo dell’uomo nella diffusione delle malattie tra specie. Le politiche e le pratiche volte a ridurre la trasmissione virale dall’uomo agli animali potrebbero avere un impatto significativo sulla salute pubblica e sulla prevenzione delle future pandemie.

In conclusione, mentre spesso si associano gli animali alla diffusione di malattie, è importante riconoscere che sono gli esseri umani i veri “topi” del regno animale quando si tratta di trasmissione virale.

Foto di Ricky Kharawala su Unsplash

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

L’Aumento Senza Precedenti della CO2: Un Allarme per il Clima Globale

L'aumento dell'anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera è oggi un fenomeno di grande preoccupazione per scienziati e ambientalisti di tutto...

L’autismo e i microbi intestinali: una connessione profonda

L'autismo è un disturbo neurosviluppale complesso che colpisce la comunicazione sociale, i comportamenti ripetitivi e la capacità di...

Prospettive sulla terapia genica per la sindrome del “bambino bolla”

La sindrome del "bambino bolla", scientificamente nota come epidermolisi bollosa (EB), è una malattia genetica rara e devastante...

Nuova speranza per il cancro al cervello: scoperta nell’immunoterapia

Il cancro al cervello, una malattia complessa e spesso devastante, ha da tempo sfidato gli sforzi della comunità...