Il DNA può essere preso dall’aria

Date:

Share post:

Per la prima volta, un team di scienziati è riuscito a raccogliere il DNA ambientale (eDNA) dall’aria. La pratica, anche nelle sue fasi iniziali, può rivoluzionare la scienza forense, l’antropologia e persino la medicina. Il DNA ambientale (eDNA) è un materiale genetico depositato nell’ambiente da organismi viventi che si trovano spesso in modo frammentario: capelli, pelle, urina e altri tipi di rifiuti.

 

La ricerca

In questo studio, i ricercatori hanno cercato di capire se l’eDNA potesse essere raccolto da campioni d’aria e utilizzato per identificare le specie animali. Gli scienziati hanno prelevato campioni d’aria da una stanza che ospitava ratti talpa nudi e hanno dimostrato che il campionamento poteva rilevare con successo il DNA del ratto talpa in questione all’interno dell’alloggiamento dell’animale. Gli scienziati hanno anche identificato il DNA umano nei campioni d’aria.

Con alcune ricerche aggiuntive, il team è giunto alla conclusione che il materiale genetico umano si stava allontanando dalla fonte originale e si stava diffondendo nell’aria, seguendo varie direzioni nell’ambiente. “L’uso dell’eDNA è diventato un argomento di crescente interesse all’interno della comunità scientifica, soprattutto per gli ecologisti o gli ambientalisti alla ricerca di modi efficienti e non invasivi per monitorare gli ambienti biologici“, ha esordito in una dichiarazione Elizabeth Clare della Queen Mary University di Londra. “Abbiamo fornito le prime prove pubblicate per dimostrare che l’eDNA animale può essere raccolto dall’aria, aprendo nuove opportunità per indagare sulle comunità animali in ambienti di difficile accesso, come grotte e tane“, ha aggiunto.

Il ricercatore ha aggiunto che la tecnica potrebbe aiutare gli scienziati a comprendere meglio la trasmissione di malattie attraverso l’aria, come il Covid-19. “Attualmente, le linee guida del distanziamento sociale si basano sulla fisica e sulle stime, ma con questa tecnica potremmo effettivamente raccogliere campioni d’aria e prove del mondo reale a supporto di queste linee guida“, ha spiegato Clare.

L’articolo scientifico è stato pubblicato il 31 marzo su PeerJ.

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Animali: davvero riescono a sentire l’odore della paura degli esseri umani?

Negli annali della storia umana, la convinzione che gli animali possano percepire l'odore della paura negli esseri umani...

La ‘Mano di Irulegi’: Un Antico Mistero della Lingua Basca Risolto?

Le radici della lingua basca, uno degli enigmi più affascinanti della linguistica europea, potrebbero essere alla luce grazie...

Vaiolo dell’Alaska: colpita la prima vittima, ma quali sono i sintomi?

Nel panorama medico mondiale, un'inquietante minaccia ha riacceso le luci dell'attenzione: il vaiolo dell'Alaska. Con la conferma della...

I serpenti si evolvono a velocità incredibili: un mistero per gli scienziati

I serpenti sono creature affascinanti e misteriose, e uno dei loro segreti più enigmatici è la loro capacità...