La NASA e il telescopio Hubble ci regalano una sorprendente immagine dello spazio

Date:

Share post:

Le festività natalizie non fermano certi tipi di lavoro e tra questi c’è anche quello dei ricercatori della NASA i quali continuano ad osservare le profondità dello spazio in cerca di misteri e meraviglie. A modo loro però lo festeggiano e non solo, si impegnano anche a fare un regalo all’umanità che di solito è un’immagine stupefacente di qualche chicca dell’universo.

Anche a questo giro dobbiamo ringraziare il famoso telescopio Hubble Space e l’immagine che viene mostrato è di una stella il cui nome nome è RS Puppis. Oltre a quest’ultima è presente anche una massiccia nuvola di polvere che influisce sulla luminosità generale. L’agenzia spaziale statunitense ha voluto suggerire che si tratta di una ghirlanda delle vacanze.

 

Il regalo della NASA

A livello di dimensioni questa stella è 200 volte quella del nostro Sole mentre la luminosità media, quindi non quella massima, è di 15.000 volte più intensa. La media è una parte fondamentale in questo caso in quanto è una stella Cefeide ovvero che che la luminosità varia col tempo.

Ecco la dichiarazione della NASA: “La nebulosa sfarfalla di luminosità mentre gli impulsi di luce della Cefeide si propagano verso l’esterno. Hubble ha fatto una serie di foto di lampi di luce che si increspano attraverso la nebulosa in un fenomeno noto come eco della luce. Anche se la luce viaggia attraverso lo spazio abbastanza veloce da coprire lo spazio tra la Terra e la Luna in poco più di un secondo, il la nebulosa è così grande che la luce riflessa può effettivamente essere fotografata attraversando la nebulosa.”

Se volete ammirare la foto nelle dimensioni originali ecco il link.

Related articles

Il Futuro dell’Oceano Atlantico: Chiusura da Gibilterra e un Nuovo Anello di Fuoco in Vista

L'Oceano Atlantico, pur sembrando eterno nella nostra scala temporale, è soggetto al ciclo di Wilson che lo vede...

I nuovi iPad Pro saranno incredibilmente sottili

Manca oramai pochissimo al lancio della nuova generazione di iPad Pro e su internet stanno trapelando sempre più...

Alzheimer prima dei vent’anni: il caso

La maggior parte dei casi di Alzheimer si presentano oltre una certa età, di solito oltre ai 70...

Sempre più contactless: il futuro dei pagamenti è già qui

Il denaro sempre più contactless: una tendenza inarrestabile. Dalle carte contactless ai pagamenti con lo smartphone, il modo...