Array

Note 7: i presunti test alle batterie non sono a norma

Date:

Share post:

Samsung Electronics verrà ricordata a lungo per il suo Note 7 e le vicende che ne hanno provocato la definitiva estromissione dai mercati, con tutte le conseguenze del caso in merito alla perdita finanziaria e di immagine.

Le batterie utilizzate dalla sudcoreana per i suoi smartphone, tra i quali rientra anche l’ultimo Galaxy Note 7, pare vengano testate internamente nei laboratori dedicati dell’azienda mentre, invece, produttori come Apple si rivolgono – come del resto prevede la norma – a specifiche strutture strettamente legate al settore CTIA, ovvero laboratori esterni certificati creati allo scopo di mettere alla prova il componente energetico per i futuri dispositivi.

A differenza di aziende del calibro di Lenovo ed Apple, infatti, Samsung non garantisce l’utilizzo di strutture esterne con personale qualificato, ma si affida unicamente agli standard interni dei propri laboratori per saggiare le potenzialità e la bontà delle componenti in gioco.galaxy note 7 batteria

Le batterie, pertanto, vengono testate sia in singolo sia in accoppiata al dispositivo di destinazione evidenziando ed incentrando l’attenzione sul comportamento in fase di chiamata e nei processi di ricarica. Secondo le fonti, inoltre, le batterie vengono sottoposte anche ad una serie di test volti ad accertarne la resistenza alle temperature tramite una simulazione reale delle condizioni di calore in periodo estivo, onde verificarne quindi le condizioni ottimali di usabilità e la non suscettibilità al sovra-riscaldamento.

Samsung, almeno per il momento, sta ancora indagando sulla vicenda Galaxy Note 7 batteria che, come noto, è stato richiamato sia in occasione dell’implementazione dei produttori interni per Samsung SDI Batteries, sia per la cinese ATL che, tra l’altro, ha fin oggi garantito il corretto funzionamento delle sue batterie a bordo degli iPhone di questa e delle passate generazioni.

L’azienda, a causa dello scherzetto dovuto alle batterie, è andata in contro al ritiro imminente dal mercato di oltre 2.5 milioni di telefoni per i quali, almeno per il momento, vige il mistero più assoluto riguardo la potenziale causa delle esplosioni. Presso i microfoni del Wall Street Journal, il Capo Ufficio del CTIA, Tom Sawanobori ha riferito che su oltre 1.500 batterie certificate, questa è la prima volta che si presenta un problema simile.

LEGGI ANCHE: Alitalia contro Samsung Galaxy Note 7: espressamente vietato

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciannove + uno =

Related articles

Recensione Epomaker DynaTab 75X: una tastiera meccanica davvero unica

Epomaker Dynatab 75X non è la classica tastiera meccanica del brand orientale di cui vi abbiamo parlato ampiamente nel...

Scoperti Sette Pianeti Erranti: Misteriosi e Inquietanti

I pianeti erranti sono corpi celesti che non orbitano attorno a una stella. A differenza della Terra e...

Metodo Boost con vitamina B6: speranza per la salute del cervello

Il metodo Boost con vitamina B6 sta guadagnando attenzione crescente nel campo della salute del cervello. Questa vitamina,...

I prossimi prodotti Apple saranno super sottili

Qualche settimana fa, Apple ha lanciato sul mercato la nuova gamma di iPad Pro. La cosa sorprendente dei...