Nuovi dati indicano che l’Universo potrebbe essere più giovane di quanto pensassimo

Date:

Share post:

Recentemente, un team di ricercatori guidato dal professor Qi Guo del NAOC (Osservatori Astronomici Nazionali) dell’Accademia cinese delle Scienze ha pubblicato risultati rivoluzionari che potrebbero ridefinire la nostra comprensione dell’Universo. Utilizzando i dati della Sloan Digital Sky Survey (SDSS), il team ha analizzato il movimento di coppie di satelliti attorno a gruppi di galassie massicce.

Le osservazioni hanno rivelato un notevole eccesso di coppie con deviazioni di velocità correlate, indicando la presenza di galassie satellitari recentemente accresciute o in caduta. Questo fenomeno è stato riscontrato in simulazioni cosmologiche, ma la discrepanza tra osservazioni e simulazioni suggerisce che i gruppi di galassie massicci potrebbero essere più giovani di quanto previsto dal modello Lambda-CDM.

Il professor Qi Guo ha affermato che

“l’età dei grandi gruppi di galassie può essere strettamente correlata all’età dell’Universo”,

indicando così che questi risultati sfidano l’attuale modello cosmologico. Qing Gu, primo autore dell’articolo, ha sottolineato che questi risultati potrebbero influire sulla valutazione dell’età dell’Universo derivata dalla radiazione cosmica di fondo a microonde dalla Collaborazione Planck.

Queste scoperte non solo pongono una sfida all’attuale modello cosmologico, ma potrebbero anche fornire preziose informazioni sulla tensione di Hubble, portandoci a riconsiderare l’età dell’Universo, tradizionalmente accettata. L’articolo completo è stato pubblicato sulla rivista Nature Astronomy il 22 gennaio, aprendo nuove prospettive nella nostra comprensione dell’Universo e delle sue origini.

Foto di Bryan Goff su Unsplash

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Recensione Banishers: Ghosts of New Eden – un GDR con una forte impronta narrativa

Banishers: Ghosts of New Eden è l'ultima fatica di DON'T NOD, esperto team di sviluppatori che nel corso degli...

Il tuo pacchetto è in arrivo: attenzione all’e-mail truffa

Sta girando in questi giorni una truffa via e-mail in cui malintenzionati del web fanno credere ale vittime...

Sorpresa: i computer classici potrebbero superare i computer quantistici

Un nuovo studio suggerisce che i computer classici, quelli che usiamo quotidianamente, potrebbero eguagliare o addirittura superare i...

Potente Alleato contro la Depressione: Studio Rivela un Rapido Miglioramento dell’Umore

Un nuovo studio condotto dall'Università di Otago ha rivelato che il kiwi potrebbe essere un potente rimedio naturale...