Sony Xperia 10 Plus: recensione dello smartphone con display in 21:9

Date:

Share post:

In un mercato telefonico in cui tutti i produttori sembrino volersi allineare esattamente sulla stessa lunghezza d’onda, Sony ha finalmente pensato e provato a proporre un qualcosa di leggermente differente da quanto siamo solitamente abituati a vedere. Il Sony Xperia 10 Plus rappresenta uno smartphone innovativo, sopratutto per la presenza di un display con aspect ratio (definito anche rapporto d’aspetto) in 21:9.

Il terminale presenta dimensioni veramente generose (come il prossimo Xperia 2?), parliamo a tutti gli effetti di 167 x 73 millimetri con oltre 8,3 millimetri di spessore, e ben 180 grammi di peso complessivo. Il tutto è sicuramente reso più portabile dalla forma estremamente allungata, proprio per i 21:9, che permette così di utilizzarlo più facilmente anche con una sola mano. Lo schermo è un IPS LCD (risoluzione 2580 x 1080 pixel e 423 ppi), affiancato dalla protezione Gorilla Glass 5 contro urti e graffi, da segnalare la presenza del led di notifica RGB molto luminoso. La qualità è in linea, sia per reattività che per gamma di colori, con gli altri terminali della stessa fascia di prezzo.

 

Sony Xperia 10 Plus: processore e specifiche tecniche

Il processore è l’ottimo Snapdragon 636, un octa-core con frequenza di clock fino a 1,80Ghz e prestazioni abbastanza soddisfacenti. Le applicazioni non “laggano”, non si riscontrano particolari problemi nel gaming o nell’utilizzo dei social network; è chiaro che stiamo parlando di un componente appartenente alla fascia media e molto affidabile, quindi per nulla paragonabile con soluzioni come gli stessi Snapdragon 845 o 855 di casa Qualcomm.

Sempre sotto il cofano troviamo 4GB di RAM, una GPU Adreno 509, sistema operativo Android 9.0 e ben 64GB di memoria ROM espandibili fino ad un massimo di 512GB. Il Sony Xperia 10 Plus nasce come dual SIM, a differenza di altre soluzioni è bene ricordare che l’utente potrà sia inserire le due SIM che espandere la memoria interna.

Il sensore per le impronte digitali è posto sul lato destro dello smartphone, funziona bene, anche se in alcune occasioni è necessario ripassare il dito più volte per farsi riconoscere. E’ assente il riconoscimento del viso o la scansione dell’iride. Molto utile invece il menù laterale totalmente personalizzabile, in questo modo viene facilitato l’utilizzo con una mano sebbene le dimensioni siano veramente generose.

Concludono la scheda tecnica le classiche connettività, come WiFi, bluetooth, USB di tipo C, jack da 3.5mm e NFC.

Sony Xperia 10 Plus: comparto fotografico e batteria

Il comparto fotografico del Sony Xperia 10 Plus è rappresentato da un doppio componente posteriore rispettivamente da 12 + 8 megapixel (con aperture F1.75 e F2.4 o meglio 1/2.8″ e 1/4.0″). La stabilizzazione è digitale, nella nostra esperienza ha avuto alcune difficoltà nel rendere fluida la riproduzione, nonostante sia perfettamente in grado di registrare video con risoluzione massima 4K 2160p e 30fps (si possono anche registrare slow motion fino a 120fps).

Anteriormente troviamo invece un sensore da 8 megapixel, i bookeh sono discreti, anche se il sistema non sempre è riuscito a scontornare correttamente il nostro viso.

La batteria è stata soddisfacente, gli oltre 3000mAh riescono a garantire un utilizzo medio anche superiore alla singola giornata. Molto interessante la modalità di ricarica adattiva, in cui il sistema caricherà la batteria fino al 90% normalmente, ma rallentando l’ultimo 10% per raggiungere la carica completa quando in genere l’utente è abituato a scollegarlo dalla presa elettrica.

Sony Xperia 10 Plus: aspetti positivi/negativi

Gli aspetti positivi sono diversi:

  • Batteria di buona durata, i 3000mAh sono più che sufficienti per garantire un utilizzo normale nel corso della giornata.
  • Usabilità con una mano, nonostante il display da 6.47 pollici, la forma allungata e la presenza del men laterale ne facilitano l’utilizzo.
  • Processore Snapdragon, indubbiamente i componenti di casa Qualcomm sono i migliori e più performanti dell’intero mercato.
  • Prezzo nella media, si trova a meno di 400 euro.

Parlando invece degli aspetti negativi:

  • Sensore delle impronte digitali forse un po’ scomodo, se siete abituati ad averlo sotto il display (come va di moda ultimamente) o posteriormente, sappiate che potreste fare fatica ad abituarvi.
  • Qualità fotografica nella media, anche se in alcuni dispositivi della stessa fascia abbiamo riscontrato maggiore definizione.
  • Display in 21:9, croce e delizia del terminale di casa Sony, componente innovativo ma che porta alcune scomodità relative alle storie Instagram non visibili correttamente sugli altri smartphone o i video YouTube non riprodotti in fullscreen.
  • Altoparlante solamente mono, l’assenza di un secondo componente si fa sentire, la qualità complessiva potrebbe farvi storcere la bocca.

Rimandiamo ogni altra considerazione alla videorecensione pubblicata direttamente sul nostro canale Youtube e riproposta qui sotto.

Related articles

Cecità e intestino: il collegamento tramite i batteri

L'importanza per la nostra salute che ha l'intestino sta venendo scoperta sempre di più negli ultimi. Rivesta un...

Protesi visive: un grande passo verso una nuova visione

Negli ultimi decenni, i progressi nella tecnologia delle protesi hanno portato a incredibili innovazioni nel campo della medicina...

Neanderthal Sorprendentemente Tecnologici: La Scoperta degli Antichi Adesivi Rivelati dagli Scienziati

La recente analisi di antichi strumenti risalenti a 40.000 anni fa ha gettato nuova luce sulla straordinaria abilità...

Aritmie Cardiache: l’innovativo impianto cardiaco ultra sottile

Le aritmie cardiache rappresentano una sfida significativa per i pazienti e i medici, richiedendo soluzioni innovative per il...