Temu smentisce accuse infondate: focus sulla sicurezza dei dati e la trasparenza

Date:

Share post:

Dopo le recenti affermazioni infondate sollevate nel rapporto di Grizzly Research, Temu, sussidiaria di PDD Holdings Inc., ha prontamente respinto le accuse, sottolineando la mancanza di fondamento nelle dichiarazioni e accusando la società autrice del rapporto di intenti maliziosi.

Temu afferma che il rapporto, pubblicato con l’intento di creare panico e influenzare il mercato azionario, è il prodotto di una piccola società di vendita con un track record poco convincente. La società rassicura gli investitori e i consumatori, evidenziando che la maggioranza ha compreso le motivazioni dietro le accuse infondate, riflettendo il successivo aumento del 40% nel prezzo delle azioni di PDD Holdings dall’inizio di settembre.

Nonostante la natura infondata del rapporto, Temu riconosce l’importanza di comunicare in modo aperto e trasparente le sue pratiche e protocolli di sicurezza. La società afferma di aver intrapreso misure significative per migliorare la comunicazione con gli utenti.

Temu, come parte di PDD Holdings, un gruppo di e-commerce quotato al Nasdaq con una capitalizzazione di mercato di 190 miliardi di dollari, sottolinea di essere soggetta a un’ampia supervisione normativa e di vigilanza. La società afferma di dare la massima priorità alla protezione della privacy e di essere trasparente nelle pratiche relative ai dati.

La raccolta di informazioni da parte di Temu ha uno scopo chiaro e unico: fornire e migliorare continuamente i prodotti e i servizi per gli utenti. La società aderisce al principio della massima divulgazione, informando gli utenti sulle possibili raccolte di dati. Tuttavia, segue anche il principio di minimizzazione, raccogliendo e utilizzando solo i dati necessari per scopi specifici e giustificati.

Per quanto riguarda la privacy, Temu raccoglie informazioni personali per confermare l’identità del cliente, elaborare pagamenti e consegnare prodotti. La società utilizza anche informazioni come l’indirizzo IP e la frequenza delle visite per migliorare l’esperienza del cliente, garantendo al contempo il rispetto delle leggi vigenti. Temu enfatizza che non vende le informazioni dei clienti.

Per offrire maggiore trasparenza, Temu ha fornito spiegazioni dettagliate sulle sue pratiche di raccolta dati sul sito web e nell’app. Gli utenti possono visualizzare le autorizzazioni richieste nella sezione “Impostazioni” e ottenere ulteriori dettagli visitando l’Informativa sulla privacy completa all’indirizzo https://www.temu.com/privacy-and-cookie-policy.html.

Foto di Laura Chouette su Unsplash

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Animali: davvero riescono a sentire l’odore della paura degli esseri umani?

Negli annali della storia umana, la convinzione che gli animali possano percepire l'odore della paura negli esseri umani...

La ‘Mano di Irulegi’: Un Antico Mistero della Lingua Basca Risolto?

Le radici della lingua basca, uno degli enigmi più affascinanti della linguistica europea, potrebbero essere alla luce grazie...

Vaiolo dell’Alaska: colpita la prima vittima, ma quali sono i sintomi?

Nel panorama medico mondiale, un'inquietante minaccia ha riacceso le luci dell'attenzione: il vaiolo dell'Alaska. Con la conferma della...

I serpenti si evolvono a velocità incredibili: un mistero per gli scienziati

I serpenti sono creature affascinanti e misteriose, e uno dei loro segreti più enigmatici è la loro capacità...