Alcol e attrazione: un nuovo studio sfida il mito dei ‘bicchieri di birra’

Date:

Share post:

L’effetto dell’alcol sulle relazioni sociali e sulla percezione dell’attrazione è da tempo oggetto di studio e di credenze popolari. Uno dei miti più comuni è quello dell’effetto “bicchieri di birra”, secondo cui il consumo di alcol fa percepire gli altri come più attraenti. Tuttavia, uno studio recente pubblicato sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs mette in discussione questa convinzione affermando che l’alcol potrebbe influire sulle interazioni sociali in modo diverso da quanto comunemente creduto.

L’autrice dello studio, la dottoressa Molly A. Bowdring, insieme al dottor Michael Sayette del Stanford Center for Preventive Research negli Stati Uniti, ha condotto un’indagine mirata a comprendere come l’alcol influenzi la percezione dell’attrattiva e l’interazione sociale tra gli individui.

 

La sfida al mito dei “bicchieri di birra”

Per lungo tempo, si è creduto che l’alcol avesse il potere di far percepire le persone come più attraenti, dando vita all’effetto “bicchieri da birra”. Questo fenomeno suggerisce che quando una persona è ubriaca, percepisca gli altri come più attraenti di quanto non lo faccia da sobria. Tuttavia, l’approccio di questo nuovo studio si discosta da questa prospettiva.

Gli studiosi sostengono che il fenomeno non sia stato oggetto di studi sistematici e le ricerche precedenti si basavano principalmente sulla valutazione dell’attrazione di individui sobri e ubriachi attraverso foto statiche, una metodologia che non riflette adeguatamente la complessità delle interazioni sociali reali.

 

Lo studio: un approccio realistico

Per condurre la ricerca, Bowdring e Sayette hanno coinvolto 18 coppie di amici maschi ventenni in un laboratorio. Queste coppie hanno valutato l’attrattiva di persone presenti in foto e video, sapendo che avrebbero potuto interagire con alcune di esse in un futuro esperimento. Questo ha reso la valutazione più realistica e vicina alle situazioni sociali effettive.

Durante lo studio, due coppie di uomini hanno partecipato in due occasioni diverse. In una di esse, entrambi gli uomini hanno consumato alcol fino a raggiungere un tasso alcolemico dello 0,08%, che corrisponde al limite legale per la guida negli Stati Uniti. Nell’altra occasione, hanno ricevuto una bevanda analcolica. Questo approccio ha permesso di simulare interazioni sociali simili a quelle che si verificano durante il consumo di alcol.

I risultati sorprendenti dello studio

Ciò che è emerso dallo studio ha sorpreso gli studiosi e messo in discussione la credenza comune sui “bicchieri di birra”. Contrariamente a quanto si credeva, il consumo di alcol non ha influito sulla percezione dell’attrattiva delle persone nelle foto e nei video valutati dai partecipanti. In altre parole, le persone non sembravano più attraenti quando si era sotto l’effetto dell’alcol.

Tuttavia, l’alcol sembrava influire sulla probabilità che gli uomini volessero interagire con persone che trovavano attraenti. Quando avevano consumato alcol, erano 1,71 volte più propensi a selezionare uno dei quattro candidati più attraenti per un incontro futuro rispetto a quando erano sobri.

 

Fiducia liquida: il ruolo chiave dell’alcol

Una possibile spiegazione per questi risultati è che l’alcol non modifichi la percezione dell’attrazione, ma influenzi la volontà di interagire con persone attraenti. L’alcol può aumentare la fiducia e abbassare le inibizioni, incoraggiando le persone a prendere l’iniziativa nelle situazioni sociali.

In sintesi, l’alcol potrebbe non far percepire le persone come più attraenti, ma potrebbe favorire l’approccio e la conversazione con individui considerati tali. Questo effetto potrebbe derivare dalla maggiore sicurezza che le persone provano nell’avvicinarsi e nell’interagire con chi trovano attraente quando sono sotto l’influenza dell’alcol.

Implicazioni per la terapia e l’autoconsapevolezza

Questo studio non solo contribuisce a una migliore comprensione degli effetti dell’alcol sulle interazioni sociali, ma ha anche implicazioni interessanti per la terapia e l’autoconsapevolezza. Gli autori suggeriscono che coloro che consumano alcol dovrebbero considerare come le motivazioni e le intenzioni sociali possano cambiare quando si bevono bevande alcoliche. Questo può risultare attraente a breve termine ma avere conseguenze dannose a lungo termine.

Ad esempio, qualcuno che cerca interazioni sociali più appaganti attraverso il consumo eccessivo di alcol potrebbe ignorare gli effetti negativi sulla salute e sulle relazioni interpersonali. Riconoscere questo aspetto potrebbe aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli riguardo al consumo di alcol e alle interazioni sociali.

Foto di taylor hernandez su Unsplash

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Caffeina: un desiderio genetico o una passione acquisita?

La caffeina è una delle sostanze psicoattive più consumate al mondo, presente in caffè, tè, cioccolato e numerose...

Apple lancerà 2 nuovi modelli di AirPods entro fine anno

Sembra che Apple sia finalmente pronta a sfornare nuovi modelli di auricolari wireless. Il 2023 non è stato...

Isola di pasqua e la realtà sulla sparizione di chi ci abitava

Molte civiltà sono di fatto scomparse nel corso della vita della nostra specie. Le motivazione dietro questa scomparsa...

Formaggio: buono per il gusto e ottimo per la salute mentale

Il formaggio, nel senso più generale del termine, è un alimento che piace ha una fetta enorme di...