Food Coma: cosa dice la scienza del festoso dopo pranzo di Natale

Date:

Share post:

La maggior parte di noi avrà familiarità con quella sensazione subito dopo il pranzo di Natale: ti accovacci sul divano e hai voglia di dormire. Bene, sappiate che c’è una scienza dietro quel pisolino.

 

La connessione intestinale

I nostri livelli di energia sono profondamente influenzati dalla nostra salute intestinale. “Questo può avvenire attraverso diversi meccanismi. Conosciamo tutti quel desiderio di fare un pisolino dopo la cena di Natale, e questo perché un pasto ipercalorico richiede un aumento del flusso sanguigno all’intestino come parte del processo digestivo con un calo della pressione sanguigna associato a livello sistemico e in particolare a il nostro cervello, da qui quella sensazione di sonnolenza“, ha affermato il consulente Gastroenterologo Dr Deirdre O’Donovan. “Penso che ci sia una crescente consapevolezza che ciò che mangiamo/la salute dell’intestino ha un impatto diretto sui nostri livelli di energia. Immagino che ciò di cui sarei più preoccupato sia che le persone non individuino una condizione sottostante. Se i sintomi non migliorano, potrebbe essere un segno di un processo più significativo in corso che richiede un contributo medico”.

Il periodo festivo tende ad essere un momento per tutti i cibi sbagliati, e mentre è bello trattare noi stessi. Il dottor Phillip Kieran afferma che al nostro intestino semplicemente non piacciono gli alimenti zuccherati, grassi o trasformati e che dobbiamo essere più consapevoli di ciò che consumiamo.

 

Condizioni di base

Il dottor O’Donovan afferma che la composizione del pasto è fondamentale e vogliamo mirare a un buon equilibrio di macronutrienti per consentire un processo digestivo più semplice. “In alcuni casi, le persone sperimenteranno un significativo abbassamento della pressione sanguigna dopo un periodo ricco di carboidrati. Questo vale in particolare per le persone con diabete e per i pazienti più anziani che possono sentirsi stanchi dopo un pasto oi neonati corrono il rischio di svenire, e questo è causato da un problema del sistema nervoso autonomo. In molti casi, condizioni come la celiachia, se non trattate, provocano affaticamento perché i pazienti non assorbono i nutrienti necessari, in particolare il ferro dalla loro dieta.”

Anche altre malattie legate all’intestino che causano sanguinamento dall’intestino possono provocare anemia e la mancanza di energia può essere l’unico segno per avvisare qualcuno che qualcosa non va. Per altri, la disbiosi/alterazione della flora intestinale naturale può contribuire a ciò che molti chiamano “cervello annebbiato” e profonda stanchezza, e questo può essere aiutato introducendo un buon probiotico. Alflorex è uno che generalmente raccomando.

Quando ci sentiamo abbattuti o stanchi, molte cose stanno accadendo nel nostro intestino. A seconda della causa, la sensazione di esaurimento può riflettere un’anemia sottostante, ad esempio un basso contenuto di ferro o vitamina B12. “In questi casi, i villi intestinali, le sporgenze simili a dita che assorbono il ferro, possono essere indeboliti come nel caso della malattia celiaca, o potrebbero esserci anticorpi che fluttuano nel sangue che impediscono l’assorbimento di B12 come nel caso di Pernicious anemia. È interessante notare che gran parte del nostro sistema immunitario si basa nel nostro intestino e la nostra flora intestinale residente probabilmente interagisce quotidianamente con questo”.

Questo può potenzialmente attivare e disattivare specifiche risposte immunitarie. Questa è un’area in cui sono in corso molte ricerche, quindi attendiamo l’esito di tali indagini e se in qualche modo potremmo essere in grado di delineare in dettaglio cosa sta succedendo alla nostra flora intestinale durante i periodi di stress della nostra vita e come il nostro sistema immunitario i sistemi rispondono a questi cambiamenti; ancora più importante come possiamo influenzarli positivamente.

 

Apporta semplici modifiche e fai attenzione allo stress

Le persone spesso chiedono se c’è qualcosa che possono fare per aiutare, ma all’inizio è una semplice gestione di supporto. Raccomanda di dormire bene la notte, riducendo alcol e caffeina. Anche fare esercizio fisico regolare e seguire una dieta equilibrata aiuta.

Forse il 2022 dovrebbe riguardare meno gli elenchi di “Cose da fare” e più gli elenchi di “Essere”? Quel problema di sonno e la tua capacità di addormentarti potrebbero essere sostenuti dai rimpianti di tutte le cose che non hai spuntato dall’elenco precedente. È stato un anno difficile per tutti. Sii consapevole di come lo stress influisce su di te come individuo: non siamo progettati per far fronte allo stress 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Praticare la “cura di sé” sia che si tratti di imparare a dire di no/consapevolezza/meditazione/terapie complementari come l’agopuntura, poiché tutte possono svolgere un ruolo. Sembra banale, ma tutti abbiamo bisogno di ascoltare il nostro corpo.

L’acqua è la cosa più salutare da bere ed è particolarmente importante per la salute dell’intestino. È facile bere troppo alcol a Natale, che può danneggiare il rivestimento dell’intestino e l’equilibrio dei batteri. Rimanere ben idratati con acqua può ridurre parte di questo effetto negativo.

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Sogni: qual è il loro impatto sulle nostre vite?

I sogni hanno affascinato l'umanità fin dall'alba dei tempi, incantando e intrigando con la loro natura enigmatica e...

iPad Air 12,9 avrà lo stesso display dell’attuale Pro 12,9

Trapelano nuove interessanti informazioni in merito ai modelli di iPad in arrivo il prossimo maggio. Stando a quanto...

L’impatto emotivo del rifiuto è equivalente al dolore fisico

Il rifiuto, un'esperienza universale nell'interazione umana, ha dimostrato di avere un impatto emotivo profondo, spesso paragonabile al dolore...

Eclissi Solari nel Prossimo Decennio: 2026-2034

Tra il 2026 e il 2034, ci saranno diverse eclissi solari visibili in diverse parti del mondo, offrendo...