Mal di testa: perché ci fa male se il cervello non sente dolore?

Date:

Share post:

I mal di testa sono davvero comuni e possono avere varie forme che vanno da lievi a debilitanti, che durano da pochi minuti a giorni. Quando ci troviamo in questa condizione è facile pensare che a farci male è il nostro cervello, ma invece non è cosi. Ironia della sorte, il cervello percepisce il dolore in tutto il corpo, ma in realtà non ha i propri recettori del dolore. Allora perché, allora, il mal di testa fa male?

Il mal di testa è una condizione che deriva da una condizione medica di base, come trauma cranico o ipoglicemia. Tuttavia in generale la maggior parte dei mal di testa insorge a causa del “dolore riferito”, il che significa che sentiamo il ​​​​dolore in un posto diverso da dove si sta effettivamente verificando. Per la maggior parte dei mal di testa, un problema in qualche altra parte del corpo provoca dolore ai muscoli e ai nervi intorno al cervello.

 

Cervello, perché il mal di testa fa male?

Ad esempio il tipo più comune di mal di testa è quello da tensione, che si verifica spesso come dolore ai muscoli nella parte superiore della testa o della fronte, dove si siederebbe una fascia per il sudore o una fascia. Il dolore è causato da muscoli tesi del viso, del collo e del cuoio capelluto e può essere correlato allo stress. Tuttavia il dolore alla testa e l’irrigidimento dei muscoli cranici possono essere secondari a un’altra risposta allo stress, come le spalle strette o una mascella serrata. I nervi sensibili al dolore nei muscoli e nei vasi sanguigni intorno alla testa, al collo e al viso possono essere attivati ​​da diversi processi, come vasi sanguigni ingrossati, stress o tensione muscolare. Una volta attivati, questi nervi inviano messaggi al cervello, ma può sembrare che il dolore provenga dal profondo del tessuto cerebrale.

Le emicranie sono un altro tipo di mal di testa; può essere avvertita in una varietà di modi e luoghi: dolore profondo, dolore superficiale; la parte posteriore, sinistra o destra della testa; o dietro gli occhi. Il dolore dell’emicrania è più intenso di altri mal di testa e può durare più a lungo. Il disturbo è spesso genetico e può causare ulteriori sintomi, come la nausea. Le cause alla base dell’emicrania non sono completamente comprese, ma una teoria è che il dolore sia collegato al nervo trigemino, il nervo sensoriale per la testa e il viso.

Mentre le relazioni tra dolore intorno al corpo e dolore alla testa sono ben consolidate, i meccanismi che causano il mal di testa non sono ancora del tutto chiari, ma la cosa positiva è che siamo in grado di trattarli in maniera efficiente. Ad esempio, i cambiamenti nello stile di vita, come praticare lo yoga; farmaci da banco, come ibuprofene e aspirina; e la prescrizione di farmaci per disturbi di cefalea più gravi può fare molto per ridurre la gravità e la frequenza del mal di testa.

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

Annalisa Tellini
Annalisa Tellini
Musicista affermata e appassionata di scrittura Annalisa nasce a Colleferro. Tuttofare non si tira indietro dalle sfide e si cimenta in qualsiasi cosa. Corista, wedding planner, scrittrice e disegnatrice sono solo alcune delle attività. Dopo un inizio su una rivista online di gossip Annalisa diventa anche giornalista e intraprende la carriera affidandosi alla testata FocusTech per cui attualmente scrive

Related articles

VPS Game, i server virtuali per il gaming

Il mondo del gaming ha fatto notevoli passi in avanti negli ultimi anni. Passi da gigante che oggi...

Amazon mette in guardia dalle truffe più recenti

Le truffe che utilizzano il nome di Amazon per ingannare e rubare soldi agli utenti si sono estremamente...

Misteriose “Geobatterie” Sul Fondo del Mare Producono Ossigeno e Potrebbero Spiegare l’Origine della Vita

Sul fondo dell'Oceano Pacifico, sparsi come patate metalliche, ci sono intriganti noduli che potrebbero essere più di semplici...

Nuova Speranza: la promettente terapia nella lotta al cancro al cervello

Negli ultimi anni, la ricerca oncologica ha compiuto passi da gigante, portando alla scoperta di nuove terapie e...