Scoperta Rivoluzionaria: Una Molecola Chiave per l’Estinzione della Paura, Potenziali Terapie Contro l’Ansia

Date:

Share post:

Un recente studio condotto dall’Università di Coimbra ha raggiunto una svolta significativa nel campo della ricerca sui disturbi d’ansia, identificando una molecola chiave coinvolta nell’estinzione della paura. Pubblicato su Molecular Psychiatry, lo studio rivela che la proteina TrkC svolge un ruolo cruciale nella modulazione della risposta alla paura, aprendo la strada a potenziali terapie innovative.

Nel corso della ricerca, i ricercatori hanno osservato un aumento dell’attivazione della proteina TrkC nell’amigdala, la regione cerebrale responsabile della gestione della risposta alla paura, durante la formazione della memoria di estinzione della paura. Questo aumento dell’attivazione ha portato a una maggiore plasticità sinaptica, la capacità dei neuroni di modificare le loro connessioni in risposta agli stimoli.

Attualmente, le terapie espositive sono una delle opzioni principali per trattare i disturbi d’ansia, ma la loro efficacia non è del 100%. La scoperta della molecola TrkC offre nuove prospettive terapeutiche, aprendo la possibilità di sviluppare farmaci mirati che agiscano su questa proteina specifica.

Mónica Santos, ricercatrice presso il Centro di Neuroscienze e Biologia Cellulare dell’UC e il Centro per l’innovazione in biomedicina e biotecnologia, afferma che questa ricerca potrebbe offrire nuove opzioni terapeutiche per i disturbi legati alla paura.

“La combinazione di terapie espositive con farmaci che migliorano la plasticità sinaptica può rappresentare un modo più efficace e duraturo per trattare i disturbi d’ansia”,

aggiunge Santos.

I prossimi passi prevedono la ricerca di composti capaci di attivare specificamente la molecola TrkC, aprendo la strada allo sviluppo di farmaci innovativi che potrebbero essere combinati con le terapie espositive per un trattamento più completo e personalizzato dei disturbi d’ansia. L’importanza di questa scoperta si riflette nel fatto che disturbi come l’ansia colpiscono una vasta percentuale della popolazione mondiale, rendendo cruciale la ricerca di nuove e più efficaci opzioni terapeutiche.

Foto di M.T ElGassier su Unsplash

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Tagliare i ponti con la famiglia: fenomeno sempre più diffuso

Negli ultimi anni, tagliare i ponti con la propria famiglia è diventato un fenomeno sempre più diffuso. Questo...

WhatsApp: i messaggi fissati nelle chat si evolvono

WhatsApp continua a lavorare a modi alternativi per aumentare le interazioni tra utenti all'interno del suo servizio di...

L’Aumento Senza Precedenti della CO2: Un Allarme per il Clima Globale

L'aumento dell'anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera è oggi un fenomeno di grande preoccupazione per scienziati e ambientalisti di tutto...

L’autismo e i microbi intestinali: una connessione profonda

L'autismo è un disturbo neurosviluppale complesso che colpisce la comunicazione sociale, i comportamenti ripetitivi e la capacità di...