Il futuro è arrivato. Così Tim Cook ha presentato durante l’Apple Event del 12 settembre 2017 il nuovo ed innovativo iPhone X. Quello, per intenderci, cui spettano le celebrazioni del decimo anniversario del melafonino, dal lancio del primissimo melafonino ideato da Steve Jobs. iPhone X – la cui lettura è “ten” e non “ics”, essendo il decimo modello di smartphone con la mela, appunto – dà la sensazione di voler sovvertire in qualche modo le aspettative di molti. Dopo la presentazione di iPhone 8, infatti, per molti che stavano assistendo all’evento i giochi erano fatti.

    Negli ultimi 10 anni, ogni iPhone è stato per lo più un miglioramento – o, nel caso delle edizioni “S”, un perfezionamento – rispetto al precedente. La generazione “X” raccoglie l’eredità di tutti i suoi predecessori, innovandosi in parecchi aspetti che sino ad oggi abbiamo dato per scontati. Sin dal primo modello, ogni device è sempre stato caratterizzato e riconoscibile per le sue cornici, dal tasto Home (divenuto poi Touch ID) e dalla perfetta simmetria.

    L’ultimo top gamma di casa apple rompe questi schemi, stupendo come 10 anni fa con una rivoluzione (di portata più ridotta, effettivamente) che vede ancora al centro del palcoscenico lo schermo al quale, grazie alle migliorie introdotte in iOS 11, è demandata tutta l’esperienza utente.

    iPhone X Specifiche Tecniche 

    iPhone X

    Colori

    Due le varianti disponibili: Grigio siderale e argento. Scompare così sia il bianco delle ultime generazioni, insieme al Gold e al Golden Rose, oltre al predominante Black. 

    Storage 

    Sono solo due le capacità di storage fra le quali scegliere: 64 GB256 GB. Anche in questo caso, scompaiono i “tagli” intermedi (32 e 128).

    Dimensioni e peso

    • Altezza: 143,6 mm;
    • Larghezza: 70,9 mm;
    • Spessore: 7,7 mm;
    • Peso: 174 grammi.

    Display

    • Super Retina HD;
    • Multi Touch OLED all screen da 5,8″ (diagonale);
    • Display HDR;
    • 2436 × 1125 pixel a 458 ppi;
    • Contrasto (tipico) 1.000.000:1;
    • Display True Tone;
    • Display ad ampia gamma cromatica (P3);
    • 3D Touch;
    • Luminosità massima (tipica) 625 cd/m2;
    • Rivestimento oleorepellente a prova di impronte;
    • Supporta la visualizzazione simultanea di più lingue e set di caratteri.

    Il display di iPhone X è il primo – per i melafonini – ad essere borderless, ovvero senza bordi. Il display, quindi, occupa la totale superficie frontale e si estende per una diagonale di 5,8”. Il pannello è un OLED con risoluzione di 2436 x 1125 pixel, per un totale di 458 ppi. Oltre ad essere OLED, è anche HDR (High Dinamic Range) e, pertanto, in grado di gestire automaticamente i colori delle immagini per renderle più vivide.

    A queste caratteristiche va ad affiancarsi il True Tone che cambia dinamicamente la temperatura del colore facendola passare da fredda a calda a seconda se ci si trova in un ambiente con molta o poca luminosità. Il display non si mostra uniforme in tutti i lati, bensì ha una forma particolare: nella parte superiore, è predisposta una sezione dovuta al posizionamento dei vari sensori.

     

     

     

    Interfaccia

    iPhone X si avvale di quanto già predisposto in iOS 11 per andare a ovviare alla mancanza di tasti fisici sul fronte. Si creerà così una sorta di “area di smistamento” che porterà a diverse funzioni, come possono essere le applicazioni più utilizzate. La mancanza del tasto fisico Home è stato sostituito da alcune gesture software. Analizziamole nello specifico:

    – Quando il display è spento, per accenderlo, potremo seguire due vie: alzare lo smartphone portandolo verso di noi (rest to wake) oppure operare il doppio tap sul display (tap to wake).
    – Raggiunta la lockscreen per sbloccare il dispositivo, si può semplicemente scorrere verso l’alto, riuscendo cosi a visualizzare la Home con le varie applicazioni.
    – Per uscire da un’applicazione aperta, basta premere sulla piccola barra posta in basso e scorrere anche qui verso l’alto.

    – Per accedere al menù del multitasking, occorre nuovamente scorrere verso l’alto ma, anziché continuare, basta fermarsi circa a metà schermo.
    – Il control center che, prima veniva attivato tramite lo scorrimento verso l’alto, ora si attiva tramite scorrimento dall’angolo in alto a destra verso il basso.
    – L’attivazione dell’assistente vocale Siri (che prima avveniva tramite il tasto Home o pronunciando la frase “ehy, Siri”) avviene tramite il tasto Power oppure con tipica frase di saluto già utilizzata in precedenza.

    Sicurezza

    Al posto del Touch ID c’è il Face ID, un sistema di sblocco tramite riconoscimento facciale. Le sue funzionalità sono molteplici:
    – funziona al buio grazie ad uno scanner ad infrarossi;
    – il sistema non potrà essere mai ingannato né con un viso stampato su un foglio e neanche se viene ricreata una maschera perfetta del nostro volto;
    – riconoscerà il volto dell’utente anche se indosserà gli occhiali, cappelli, sciarpe o se semplicemente avrà un diverso tipo di acconciatura.

     

    iphone x apple

    Fotocamera posteriore

    • Fotocamere da 12MP con grandangolo e teleobiettivo;
    • Grandangolo: ƒ/1.8;
    • Teleobiettivo: ƒ/2.4;
    • Zoom ottico; zoom digitale fino a 10x;
    • Modalità Ritratto;
    • Illuminazione ritratto (beta);
    • Doppia stabilizzazione ottica dell’immagine;
    • Obiettivo a sei elementi;
    • Flash True Tone quad-LED con Slow Sync;
    • Panorama (fino a 63MP);
    • Rivestimento dell’obiettivo in cristallo di zaffiro;
    • Sensore BSI (backside illumination);
    • Filtro IR ibrido;
    • Autofocus con Focus Pixels;
    • Tocca & metti a fuoco con Focus Pixels;
    • Live Photos con stabilizzazione;
    • Foto e Live Photos ad ampia gamma cromatica;
    • Mappatura locale dei toni migliorata;
    • Rilevamento volti e corpi;
    • Controllo esposizione;
    • Riduzione del rumore;
    • HDR automatico per le foto;
    • Stabilizzazione automatica dell’immagine;
    • Modalità scatto in sequenza;
    • Timer autoscatto;
    • Geotagging delle foto;
    • Formati immagine acquisiti: HEIF e JPEG.

    La doppia fotocamera è realizzata con un layout verticale con due lenti e in mezzo un flash True Tone: la lente principale è da 12MP con apertura f/1.8, mentre quella secondaria sempre da 12 MP f/2.4. La differenza sostanziale da iPhone 8 e 8 Plus e tutti gli iPhone visti prima è che, questa volta, entrambe le lenti hanno la stabilizzazione ottica che si traduce quindi in video perfettamente stabili.

    Registrazione video

    • Registrazione video 4K a 24 fps, 30 fps o 60 fps;
    • Registrazione video HD (1080p) a 30 fps o 60 fps;
    • Registrazione video HD (720p) a 30 fps;
    • Stabilizzazione ottica dell’immagine video;
    • Zoom ottico; zoom digitale 6x;
    • Flash True Tone quad-LED;
    • Video in slow motion (1080p a 120 fps o 240 fps);
    • Video Time-lapse con stabilizzazione;
    • Stabilizzazione video di qualità cinematografica (1080p e 720p);
    • Video con autofocus continuo;
    • Rilevamento volti e corpi;
    • Riduzione del rumore;
    • Scatta foto da 8MP mentre filmi in 4K;
    • Zoom durante la riproduzione video;
    • Geotagging dei video;
    • Formati video registrati: HEVC e H.264.

    La fotocamera posteriore registra video 4K a 60 fps e video a 240 fps, quindi in Slow-motion e in full HD. Ovviamente, poiché i video 4K a 60 fps pesano notevolmente di più, iOS 11 ha sviluppato un nuovo metodo di compressione in grado di ridurre le dimensioni di quest’ultimi file di circa il 50%.

    Fotocamera TrueDepth

    • Foto da 7MP;
    • Modalità Ritratto;
    • Illuminazione ritratto (beta);
    • Animoji;
    • Registrazione video HD a 1080p;
    • Retina Flash;
    • Diaframma con apertura ƒ/2.2;
    • Foto e Live Photos ad ampia gamma cromatica;
    • HDR automatico;
    • Sensore BSI (backside illumination);
    • Rilevamento volti e corpi;
    • Stabilizzazione automatica dell’immagine;
    • Modalità scatto in sequenza;
    • Controllo esposizione;
    • Timer autoscatto.

    La fotocamera anteriore è da 7 MP ma ha, a differenza dei suoi predecessori, la modalità ritratto. Questa funzionalità non solo consente di ottenere uno sfondo sfocato, ma anche di modificare la luce che illumina il volto rendendola quanto più simile a quella che si ottiene in uno studio fotografico. A differenza di iPhone 8 e 8 Plus, questa funzionalità è disponibile sia per la fotocamera posteriore sia per quella selfie (anteriore).

    Processore

    • A11 Bionic con architettura a 64 bit;
    • Motore neurale;
    • Coprocessore di movimento M11 integrato.

    Tutte queste nuove funzionalità sono gestite da un nuovo processore A11 Bionic esacore.

    Batteria e alimentazione 

    • Fino a 2 ore di autonomia in più rispetto ad iPhone 7;
    • Autonomia in conversazione (wireless): fino a 21 ore;
    • Navigazione internet: fino a 12 ore;
    • Riproduzione video (wireless): fino a 13 ore;
    • Riproduzione audio (wireless): fino a 60 ore;
    • Ricarica veloce: ricarica fino al 50% in 30 minuti;
    • Batteria ricaricabile integrata agli ioni di litio;
    • Ricarica wireless (con i caricabatterie Qi);
    • Ricarica tramite computer via USB o tramite alimentatore;
    • Ricarica veloce.

    Sensori

    Ben 6 sensori sono rintracciabili sulla parte centrale e superiore del display:

    • Face ID;
    • Barometro;
    • Giroscopio a 3 assi;
    • Accelerometro;
    • Sensore di prossimità;
    • Sensore di luce ambientale.

    iPhone X fotocamera frontale

    Certificazione IP67

    Resistenza a schizzi e gocce di acqua dolce e polvere grazie alla certificazione IP67, secondo lo standard IEC 60529.

    Prezzi e disponibilità

    iPhone X uscirà in Italia il 3 novembre. A partire dal 27 ottobre, è iniziato il pre-ordine. Il prezzo sul website ufficiale riporta il costo di 1.189 € per la versione da 64 GB e 1.359 € per quella da 256 GB.