Plastica nelle arterie ostruite: la nuova scoperta

Date:

Share post:

Ormai dovremmo aver capito una cosa, la plastica, nelle sue forme più microscopiche, si trova ovunque nel mondo. Ma non solo in natura, anche nell’organismo degli esseri viventi e tra questi c’è ovviamente anche l’uomo. Ormai diversi studi hanno di fatto trovato le suddette tracce dentro di noi. Una nuova ricerca italiana ha sottolineato questa nuova normalità trovando i frammenti negli accumuli di grasso delle arterie ostruite.

A pensarci sembra quasi normale una situazione del genere. Con le arterie ostruite, tutto quello che circola all’interno di essere non liquido finisce per accumularsi contro gli ammassi e in questo caso c’è la plastica. Da questo però si è voluto cercare di capire quanto possa incidere sulla salute, nello specifico se aumenta o meno il rischio di ictus o di infarto.

 

La plastica nelle nostre arterie

Le parole di Raffele Marfella dell’Università di Napoli: “I dati osservazionali provenienti da studi sull’esposizione professionale suggeriscono un aumento del rischio di malattie cardiovascolari tra le persone esposte all’inquinamento legato alla plastica, compreso il cloruro di polivinile, rispetto a quello osservato nella popolazione generale.”

I dati raccolti da pazienti in tale condizione ha mostrato, sembrerebbe, un aumento dei rischi per la salute. La forte presenza di plastica aumentare del doppio il rischio di andare incontro proprio a un ictus o un attacco cardiaco, non necessariamente fatali, o di morire entro 3 anni dalla diagnosi. Detto questo, si tratta di uno studio che fa riferimento a qualche centinaio di individui, ma inutile negare la realtà. L’uomo deve fare i conti con una presenza massiccia di nano e microplastiche e non è chiaro il reale impatto sulla nostra salute.

Related articles

WhatsApp: arriva la sezione dei contatti online di recente

Un'interessante novità è stata scovata in queste ore all'interno dell'ultima beta dell'app WhatsApp per dispositivi Android. Di che...

Cambiamenti climatici: perché l’inflazione può influenzarli?

Negli ultimi decenni, l'inflazione è diventata una delle principali preoccupazioni economiche a livello globale. Allo stesso tempo, i...

Nuove specie di canguri giganti fossili scoperti in Australia e Nuova Guinea

Paleontologi della Flinders University hanno scoperto tre nuove e affascinanti specie di canguro gigante fossile provenienti da Australia...

Recensione Vasco Translator V4: un traduttore simultaneo in 108 lingue

Vasco Translator V4 è un piccolo dispositivo che apre le porte verso un mondo infinito di opportunità, la perfetta soluzione per...