Poliomielite: scoperto il primo caso a New York dopo un decennio

Date:

Share post:

Un nuovo caso di poliomielite è stato scoperto a New York dopo quasi un decennio in un uomo adulto non vaccinato nella contea di Rockland. Il dipartimento di Salute ha confermato che l’infezione è stata trasmessa da qualcuno che ha ricevuto il vaccino antipolio orale, che non viene più somministrato negli Stati Uniti dal 2000. I funzionari hanno affermato che il virus potrebbe aver avuto origine al di fuori del paese, dove il vaccino orale viene ancora somministrato.

Inoltre hanno confermato in un comunicato stampa che ad ora l’uomo infetto non è più contagioso e i loro sforzi si concentrerebbero su due punti fondamentali: le vaccinazioni e cercare di capire se ci sono altre persone che possono essere state colpite da questa malattia. Coloro che non sono vaccinati o non hanno completato la loro serie di vaccinazioni dovrebbero essere vaccinati.

 

New York, scoperto il primo caso di poliomielite dopo un decennio

L’attuale caso di poliomielite presenta un rischio molto basso per coloro che sono già vaccinati contro la poliomielite: coloro che hanno avuto tutti e tre i vaccini hanno una protezione vicina al 100%. I sintomi dell’uomo sono comparsi circa un mese prima dalla scoperta e l’uomo si è presentato in ospedale con debolezza e paralisi. I dottori non hanno rilasciato altre informazioni riguardo la salute del paziente, ma stanno monitorando la famiglia e stanno cercando di capire se il paziente può essere pericoloso per la comunità.

Sebbene i funzionari sanitari non abbiano rivelato il sesso del paziente, i funzionari eletti locali hanno affermato che si tratta di un uomo della comunità ebraica ortodossa. Nel 2018 e nel 2019 si è verificata un’epidemia di morbillo nella contea di Rockland, concentrata tra gli ebrei ultra-ortodossi, i cui tassi di vaccinazione tendevano a essere inferiori alla popolazione in generale. In quell’epidemia, più di 150 persone sono state infettate dal morbillo. L’ultimo caso di poliomielite negli Stati Uniti risale al 2013, in qualcuno che ha portato la malattia dall’estero. Non c’è stato un caso originario degli Stati Uniti dal 1979.

Ph. Credit: Bimbisaniebelli

Marco Inchingoli
Marco Inchingoli
Nato a Roma nel 1989, Marco Inchingoli ha sempre nutrito una forte passione per la scrittura. Da racconti fantasiosi su quaderni stropicciati ad articoli su riviste cartacee spinge Marco a perseguire un percorso da giornalista. Dai videogiochi - sua grande passione - al cinema, gli argomenti sono molteplici, fino all'arrivo su FocusTech dove ora scrive un po' di tutto.

Related articles

WhatsApp: arriva la sezione dei contatti online di recente

Un'interessante novità è stata scovata in queste ore all'interno dell'ultima beta dell'app WhatsApp per dispositivi Android. Di che...

Cambiamenti climatici: perché l’inflazione può influenzarli?

Negli ultimi decenni, l'inflazione è diventata una delle principali preoccupazioni economiche a livello globale. Allo stesso tempo, i...

Nuove specie di canguri giganti fossili scoperti in Australia e Nuova Guinea

Paleontologi della Flinders University hanno scoperto tre nuove e affascinanti specie di canguro gigante fossile provenienti da Australia...

Recensione Vasco Translator V4: un traduttore simultaneo in 108 lingue

Vasco Translator V4 è un piccolo dispositivo che apre le porte verso un mondo infinito di opportunità, la perfetta soluzione per...