Ritrovato il primo frammento di porpora di Tiro, il costoso pigmento degli imperatori romani

Date:

Share post:

Durante gli scavi presso un antico stabilimento balneare romano a Carlisle, in Inghilterra, un frammento di sostanza viola è emerso come una scoperta di grande importanza. Identificato come un pezzo di porpora di Tiro, il pigmento pregiato associato agli imperatori romani, questo ritrovamento offre un’illuminante finestra sul lusso e il potere dell’antica Roma.

 

Una scoperta straordinaria

Il frammento di porpora di Tiro è stato trovato durante uno scavo condotto dalla società britannica Wardell Armstrong nel 2023, sul terreno del Carlisle Cricket Club, parte dell’insediamento romano di Luguvalium. Risalente al 3° secolo durante il regno dell’imperatore Settimio Severo, questo sito archeologico ha rivelato un legame con il potere imperiale attraverso la sua scoperta.

Il valore del viola di Tiro

Il viola di Tiro, anche conosciuto come “porpora imperiale“, era un pigmento eccezionalmente prezioso nell’antica Roma, simboleggiando ricchezza, status e autorità imperiale. Ottenuto da lumache di mare del Mediterraneo, il processo per creare questa tintura richiedeva risorse vaste e intensivi sforzi di manodopera. Il suo valore era talmente alto da farlo diventare più prezioso dell’oro stesso.

 

Implicazioni della scoperta

L’analisi del frammento di porpora di Tiro ha rivelato la presenza di bromo e cera d’api, confermando la sua autenticità. Questa scoperta ha implicazioni significative, suggerendo che il sito delle terme romane potrebbe aver avuto legami con il potere imperiale o essere stato visitato da individui di alto rango. Ciò solleva domande sul significato del sito e sul suo ruolo nell’Impero Romano, aprendo la porta a nuove prospettive sulla storia e la cultura di quell’epoca.

In conclusione, il ritrovamento del frammento di porpora di Tiro rappresenta non solo una scoperta archeologica, ma anche un tesoro storico che ci offre un’opportunità senza precedenti per comprendere il lusso e il potere che caratterizzavano l’antica Roma.

Immagine di freepik

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Recensione Fujifilm Instax Mini 99: una instant camera dal sapore vintage

Fujifilm Instax Mini 99 è l'ultima instant camera dell'azienda nipponica, rappresentante un chiaro messaggio d'amore alla fotografia del passato,...

Neurogenesi: migliorarla per il trattamento del Parkinson

Il morbo di Parkinson è una malattia neuro degenerativa caratterizzata dalla perdita di neuroni dopaminergici nella substantia nigra,...

La recente tempesta solare è stata così intensa che si è fatta sentire sul fondo del mare

Una potente tempesta solare ha generato aurore spettacolari visibili alle quali in molti hanno avuto la fortuna di...

Alcol: quanto tempo impiega il nostro cervello per riparare i danni?

L'alcol è una sostanza che può avere effetti profondamente negativi sul cervello umano, causando danni che possono variare...