Cervello: il collegamento tra le pieghe e alcune forme di demenza

Date:

Share post:

Le pieghe del cervello sono una parte fondamentale del organo tanto che un famoso insulto anglosassone implica averlo liscio. Secondo un nuovo studio su una forma specifica di demenza, quella frontotemporale, ha a che fare con un solco ben preciso noto come solco paracingolato. A differenza degli altri, non si forma nel momento della gravidanza, ma più avanti, può essere presente in entrambi gli emisferi, in uno dei due e basta o non esserci del tutto.

Secondo lo studio, avere il solco causa prima un ritardo nel comparsa dei sintomi di questa forma di demenza, ma successivamente li velocizza. Questa patologia è molto più aggressiva rispetto ad altre simili e di norma gli individui muoiono a 8 anni dalla diagnosi. Questo aspetto di ritardo iniziale e accelerazione successiva potrebbe aiutare i ricercatori a fornire un trattamento mirato al cervello che in qualche modo mitiga la demenza.

 

Cervello e la demenza frontotemporale

Le parole dei ricercatori: “La nostra ricerca è la prima a identificare una struttura protettiva nel cervello che ritarda la comparsa dei sintomi nelle persone con demenza frontotemporale. Se ora riuscissimo a scoprire un modo per preservare questa qualità protettiva, ciò potrebbe portare allo sviluppo di trattamenti che possono aiutare a tenere a bada i sintomi e la malattia.

Questa demenza è tra le più rare. Si calcola che ogni 20 casi generali di demenza, uno è la suddetta. Spesso quando non si ha a che fare con tale patologia, per casi in famiglia o amici, la si ignora. Il caso recente più celebre è quello di Bruce Willis in cui si può proprio vederne il rapido declino.

Related articles

iPad Air 12,9 avrà lo stesso display dell’attuale Pro 12,9

Trapelano nuove interessanti informazioni in merito ai modelli di iPad in arrivo il prossimo maggio. Stando a quanto...

L’impatto emotivo del rifiuto è equivalente al dolore fisico

Il rifiuto, un'esperienza universale nell'interazione umana, ha dimostrato di avere un impatto emotivo profondo, spesso paragonabile al dolore...

Eclissi Solari nel Prossimo Decennio: 2026-2034

Tra il 2026 e il 2034, ci saranno diverse eclissi solari visibili in diverse parti del mondo, offrendo...

WhatsApp: arriva la sezione dei contatti online di recente

Un'interessante novità è stata scovata in queste ore all'interno dell'ultima beta dell'app WhatsApp per dispositivi Android. Di che...