Recensione Epomaker Brick 87 – un elogio ai mattoncini colorati

Date:

Share post:

Epomaker Brick 87 è una nuova tastiera meccanica hot-swappable caratterizzata da un design veramente unico nel suo genere, capace di strizzare l’occhio verso gli amati mattoncini colorati, che tantissimi utenti nel mondo ogni giorno acquistano ed apprezzano. Vediamola meglio da vicino con la nostra recensione completa.

 

Estetica e Design

Disponibile in cinque colorazioni differenti (noi abbiamo la Grey Green), la tastiera presenta prima di tutto un design iconico, infatti non è completamente piatta, come la maggior parte dei modelli in commercio, ma presenta un forte rialzo nella parte superiore, all’altezza dei tasti funzione per intenderci, capace di renderli molto più semplici da premere. Tutto questo è stato appositamente studiato per enfatizzare il forte richiamo ai mattoncini colorati, che ricoprono per tutta la lunghezza nella parte superiore (è una parte gommata molto piacevole al tatto).

Epomaker Brick 87 è una tastiera con formato 70% e 88 tasti, di conseguenza le dimensioni sono relativamente ridotte, raggiungendo 317 x 150 x 50 millimetri, ed un peso che si aggira attorno ai 900 grammi. La portabilità è ottima, anche posizionandola all’interno di uno zaino non va ad appesantire particolarmente l’utente, forse in termini di dimensioni il suo rialzo rende più complesso trovare l’alloggiamento corretto per il trasporto. Sulla superficie non si trovano pulsanti fisici, l’unico connettore è integrato nella parte posteriore, parliamo dello switch per l’accensione/spegnimento, oltre al connettore USB-C per il collegamento al computer o alla presa a muro per la ricarica.

Inferiormente si trovano i classici piedini che permettono di variare l’inclinazione nella scrittura su due posizioni differenti, oltre all’alloggiamento preposto per ospitare il trasmettitore 2.4GHz, da collegare fisicamente ad una porta USB-A di un qualsiasi dispositivo in commercio (a prescindere dal sistema operativo o altro).

 

Hardware e Specifiche

Come vi dicevamo, Epomaker Brick 87 è una tastiera meccanica hot-swappable, ciò sta a significare che i tasti e gli switch possono essere sostituiti dall’utente finale (devono essere a 3 o 5 pin), così da poter personalizzarla appieno, e non affidarsi esclusivamente alla variante che si è andati ad acquistare.

Gli switch della nostra versione sono i Peace Lily, già visti ed apprezzati in passato, sono sufficientemente silenziosi per l’utilizzo nella maggior parte degli ambienti, hanno una corsa non troppo profonda, ed una sensibilità tale da garantire un’ottima fluidità in fase di scrittura. E’ presente un LED RGB appena sotto gli switch, come al solito poco visibile data la natura della tastiera stessa (almeno nella nostra versione), ma comunque personalizzabile con numerosi giochi di luce molto interessanti. I keycaps sono realizzati in plastica, non presentano la classica concavità nella parte centrale, ma sono inclinati verso il centro della tastiera, così da spingere le mani dell’utente sempre nella parte giusta. Ad ogni modo il materiale utilizzato è ottimo, resistente, affidabile e duraturo nel tempo, con dimensioni e distanze corrette.

Il font è standard, non presenta particolari differenze rispetto a quanto siamo solitamente abituati a vedere, oltre a questo, come da prassi per Epomaker, anche in questo caso i keycaps presentano colori differenti, così da abbandonare leggermente la staticità della tastiera professionale, per una maggiore gioiosità alla vista. Superiormente si trovano i soliti e classici tasti funzione, con tre led di stato che certificano la tipologia di utilizzo. Ricordiamo infatti che la Epomaker Brick 87 è una tastiera versatile, utilizzabile sia cablata con il cavo USB-C, che via bluetooth Wireless 2.4Ghz (sfruttando il trasmettitore USB-A incluso in confezione). Ciò la rende facilmente utilizzabile sia con desktop che mobile, risultando apertamente disponibile verso un qualsiasi utente.

In ultimo ricordiamo essere integrata una batteria da 3000mAh, capace di conferire una buona autonomia generale, non al livello di dispositivi da 4000mAh, ma comunque anche ipotizzando un utilizzo quotidiano di 6 ore, non la dovrete ricaricare prima di 10 giorni (dipendentemente dal livello di illuminazione).

 

Epomaker Brick 87 – conclusioni

In conclusione Epomaker Brick 87 è una buona tastiera meccanica hot-swappable che fa dell’estetica il proprio punto di forza, gli utenti che amano i mattoncini colorati troveranno piena soddisfazione nella presenta di un forte richiamo nella parte superiore. Oltre a questo ci troviamo tra le mani un prodotto Epomaker sufficientemente classico, sia in termini di switch, che di keycaps, di font e di prestazioni generali; il prezzo di 89,10 dollari è davvero ottimo, prestate solamente attenzione al form factor della tastiera, essendo leggermente diverso dal solito, deve piacere (e scegliete il colore più adatto alle vostre esigenze).

Epomaker Brick 87 

89,10 dollari
7.8

Design e Estetica

7.5/10

Ergonomia tasti

8.0/10

Funzioni

8.0/10

Batteria

7.5/10

Prezzo

8.0/10

Pros

  • Esteticamente distintiva
  • Hot-swappable
  • Prezzo adeguato
  • Buoni switch e keycaps

Cons

  • Form factor particolare

Related articles

Cancro: il legame tra il rischio aumentato e la perdita di peso

Ormai è abbastanza noto a causa della risonanza che ha avuto la notizia che nel mondo si sono...

Patente Digitale di Guida in Italia: Data di Lancio e Istruzioni sull’Utilizzo

La tanto attesa patente digitale di guida è in arrivo in Italia, portando con sé una serie di...

La storia della tecnologia che ha cambiato il mondo: cos’è l’ADSL

Anni addietro, quando l'accesso a Internet era ancora un lusso riservato a pochi, la connessione dial-up dominava la...

Amazon: prodotti hi-tech di alto livello a prezzi super scontati

State cercando qualche offerta interessante per acquistare il vostro prossimo prodotto hi-tech? Amazon potrebbe fare al caso vostro!...