Recensione Oppo Enco Air3 – cuffie di qualità a basso prezzo

Date:

Share post:

State cercando cuffie di qualità a basso prezzo? allora dovete rivolgere la vostra attenzione verso le Oppo Enco Air3, un prodotto in vendita a soli 69 euro, ma che riesce a fornire all’utente un’esperienza assolutamente degna, puntando forte su un dettaglio ed una nitidezza del suono di livello superiori, ed una buonissima ergonomia. Vediamole meglio da vicino con la nostra recensione completa.

 

Estetica e Design

Il case è realizzato in plastica, con una forma ovalizzata diversa da quanto siamo solitamente abituati a vedere, ed un coperchio in parte trasparente, che permette di vedere all’interno i due auricolari, pur mantenendoli al sicuro da scossoni o dalla sporcizia in generale. Le dimensioni sono allineate con la media, raggiungendo 56,55 x 51,6 x 26 millimetri, ed un peso di 37,4 grammi, la custodia sta senza problemi nel palmo di una mano e nella tasca dei jeans (anche la più piccola), senza arrecare particolare fastidio.

Il meccanismo di apertura è rigido, purtroppo difficile da eseguire con una sola mano, ma ugualmente sicuro (l’angolo di apertura di 110 gradi facilita l’accesso interno). I materiali utilizzati sono allineati con la fascia di vendita del prodotto, sebbene non abbiamo mai notato scricchiolii di alcun tipo. Gli auricolari sono posizionati in verticale, con aggancio magnetico, l’inserimento è rapido ed immediato, ed anche ribaltando completamente la custodia, non si spostano di un centimetro. Una volta aperto il coperchio, la rimozione può essere eseguita con una sola mano. Sulla superficie non sono presenti pulsanti fisici, solo nella parte inferiore troviamo il connettore con la porta USB-C per la ricarica (assente ricarica wireless).

Gli auricolari ricordano, sia nella forma che nel colore (anche se il design è diverso, la goccia di rugiada delle Oppo Enco Air3 è molto elegante), le Apple Airpods, ma impreziositi da una leggerezza sopraffina (pesano solamente 3,75 grammi ad auricolare). Non essendo in-ear sono facili da indossare, l’isolamento passivo è molto basso, ed allo stesso tempo non si fissano saldamente all’orecchio, risultando difficili da utilizzare durante un allenamento. Al netto di quanto scritto, l’ergonomia è eccellente, sono comodissime ed hanno complessivamente dimensioni nella media, raggiungendo 33,1 x 18,45 x 17,10 millimetri.

 

Hardware e Batteria

Le Oppo Enco Air3 hanno un driver in polimero dinamico da 13,4 millimetri, con l’algoritmo Oppo Alive Audio, pensato per offrire una sorta di suono surround, che possa avvolgere l’orecchio con un tentativo di tridimensionalità. A completare la resa troviamo anche il processore Tensilica Cadence HiFi 5, con una potenza di elaborazione 25 volte superiore, integrato appunto per migliorare le prestazioni, e ridurre la durata della batteria.

La costruzione interna del driver, con magneti al neodimio N48 e bobine in lega di rame e alluminio, permette di godere di un’ottima sensibilità a tutte le frequenze, i medi sono il range più adatto a questa tipologia di auricolari, dato anche il loro form factor, ma allo stesso tempo riescono a garantire un suono avvolgente e completo spostandosi verso l’alto. Le frequenze massime non vengono distorte, non sono stridenti, né perdono di dettaglio (entro certi limiti ovviamente); ciò su cui ovviamente mancano sono le frequenze più basse, a causa proprio del form factor e del design degli auricolari in sé. Riassumendo, la resa audio delle Oppo Enco Air3 è ottima per la fascia di prezzo di posizionamento (inferiore ai 70 euro), per dettaglio e nitidezza generale, con un volume massimo sufficiente per l’utilizzo in tutti gli ambienti.

E’ assente la cancellazione del suono, è tuttavia possibile personalizzare la riproduzione, adottando una delle 3 equalizzazioni preimpostate (clear vocals, original sound o bass boost). Le Oppo Enco Air3 sono compatibili con qualsiasi dispositivo, grazie alla connettività bluetooth 5.3 di nuova generazione, è possibile collegare due dispositivi contemporaneamente, e la latenza di soli 47ms in modalità Gaming, le rende perfette anche per gli utenti che vogliono giocare con il proprio dispositivo mobile.

Il sistema di controllo si affida ad un’area di sensibilità touch, con tocco singolo, doppio, triplo o prolungato. Il feedback non soddisfa appieno, in situazioni concitate non è facile individuare subito la zona da toccare, ma sono anche valutazioni più personali che altro. Apprezzata comunque la regolazione del volume all’orecchio, non scontata (i comandi non sono personalizzabili). E’ possibile effettuare chiamate, i microfoni funzionano correttamente, senza restituire una voce metallica o distorta; la cancellazione del rumore DNN, riesce a filtrare alla perfezione i rumori ambientali, senza restituirli all’altro capo del telefono.

L’autonomia può raggiungere fino a 25 ore di utilizzo complessivo, sfruttando i cicli di ricarica (si caricano in 72 minuti), e ben 6 ore di riproduzione sulla singola carica. Supporta inoltre la ricarica rapida, infatti basterà collegarle per 10 minuti, per godere della carica sufficiente per 2 ore di utilizzo.

 

Oppo Enco Air3 – conclusioni

In conclusione le Oppo Enco Air3 sono delle ottime cuffiette true wireless di fascia bassa, i loro punti di forza sono sicuramente l’estrema leggerezza, la qualità audio di livello superiore, l’equalizzazione via app (anche se preimpostata), la buonissima autonomia e la certificazione IP54 per la resistenza contro gli schizzi d’acqua e la polvere (solo gli auricolari).

Dall’altro lato della medaglia fatichiamo davvero a trovare aspetti negativi, se proprio possiamo parlare di materiali fin troppo “leggeri“, ovvero che non conferiscono un’estrema affidabilità e solidità generali.

Oppo Enco Air3

7.9

Design e Estetica

8.0/10

Qualità audio

8.0/10

Microfoni

7.5/10

Indossabilità

8.0/10

Batteria

8.0/10

Pros

  • Audio di qualità
  • Ottimo volume
  • Ergonomia eccellente
  • Sono leggerissime
  • Buona autonomia

Cons

  • Sistema di controllo imperfetto
  • Materiali non troppo robusti e resistenti

Related articles

Cellule staminali intestinali: una rivoluzione nella medicina rigenerativa

Negli ultimi anni, la scoperta e lo studio delle cellule staminali hanno aperto nuove prospettive nella medicina rigenerativa,...

iOS 18 e iPadOS 18: ecco quali sono i dispositivi supportati

Apple ha finalmente annunciato i suoi aggiornamenti software più attesi dell'anno, iOS 18 e iPadOS 18. Le novità...

Il futuro del cibo e delle medicine potrebbe coinvolgere i robot commestibili

L'idea di robot commestibili sta emergendo come una delle frontiere più promettenti nella tecnologia moderna. Questi robot, costruiti...

Resilienza degli anziani isolati: come la pandemia ha rivelato la forza della terza età

Durante la pandemia di Covid-19, uno dei gruppi più vulnerabili e spesso trascurati è stato quello degli anziani....