Recensione The Talos Principle 2 – non è solo un gioco, è un’opera da non perdere

Date:

Share post:

The Talos Principle 2 è il degno successore di The Talos Principle, un titolo che si erge sulle ceneri di tanti altri giochi lanciati negli anni, accompagnando l’utente in una vera e propria opera filosofica con la quale sicuramente nasceranno anche numerose domande. Scopriamolo meglio da vicino con la nostra recensione completa.

 

Trama

Il titolo è il diretto successore del capitolo precedente, ricapitolando l’umanità ha raggiunto la completa estinzione, dalle sue ceneri però, grazie alla lungimiranza di determinate persone, è nata una nuova generazione di robot che affondano le proprie radici nell’esperienza e nella cultura del passato. In The Talos Principle 2 si impersona il 1000esimo robot, accolto dalla comunità con grande giubilo, ma mentre si stavano attuando i suddetti festeggiamenti, compare Prometeo. Questi è un simulacro virtuale che dice di essere imprigionato su un’isola segreta, invitando a raggiungerlo per liberarlo dalle catene.

Inizierà quindi una spedizione, di cui ovviamente il giocatore farà parte, che porterà proprio su tale isola, al cui centro si trova una grandissima piramide ricca di enigmi, di labirinti da cui uscire, e non solo.

 

Grafica

Sorprendentemente The Talos Principle 2 è un titolo ben rifinito e preciso, nella nostra prova su Xbox Series X non abbiamo notato difficoltà di alcun tipo nel mantenere un frame rate costante. Gli scenari sono spesso appaganti e di forte impatto, le stesse aree interne sono intrise di particolari che aprono le porte verso il passato dell’umanità, ma che sono infuse dalla modernità e dal classico futurismo che solo la generazione di robot è in grado di fornire.

Indimenticabili sono le fonti di luce, la gestione degli spunti luminosi o dei raggi nella gestione dei vari puzzle. Anche l’isola ha il suo fascino, come i modelli dei robot, chiaramente tutti uguali tra loro perché creati su larga scala, sufficientemente precisi e dettagliati. Un comparto tecnico che non fa assolutamente una piega e convince in ogni sua parte.

 

Gameplay e Meccanica di gioco

The Talos Principle 2 viene giocato direttamente in prima persona, ed offre un approccio leggermente diverso rispetto al passato. Sin dall’inizio notiamo la presenza di mappe più grandi all’interno delle quali è possibile spostarsi liberamente, come ad esempio la città dei robot che funge anche da memorandum su ciò che è stata la storia del capitolo precedente (o della storia dell’umanità), condite con dialoghi a risposta multipla che ci permettono di capire ed apprezzare i vari punti di vista dei personaggi, e riuscire a rispondere alle varie domande esistenziali.

Una volta giunti sull’isola ci troviamo di fronte ad un meccanismo concentrico che ci porterà sempre più all’interno della grande piramide. Ogni area è costellata dalla presenza di otto puzzle, al termine dei quali verrà creato un nuovo ponte di collegamento che ci porterà alla torre successiva. Il meccanismo legato ai puzzle è ingegnoso e ben studiato, l’utente non si trova mai impreparato, in quanto nella fase di ingresso vengono spiegate le eventuali nuove meccaniche, e spetterà allo stesso metterle in pratica (ricordando anche le passate), per la risoluzione dell’enigma. Ciò porta ad un apprendimento costante in tutta l’esperienza, con enigmi mai troppo complicati e stimolanti, proprio perché offriranno un buon livello di soddisfazione nell’essere stati in grado di mettere in pratica quanto appreso.

La navigazione all’interno delle aree, che ricordiamo essere più ampie, offre una buona libertà d’azione al giocatore, senza mai confonderlo più di tanto, data la presenza comunque di frecce che indicano le location dove risolvere il puzzle. Un buon coinvolgimento che stuzzica in ogni secondo la mente, grazie anche alla presenza di domande esistenziali che lo stesso 1000esimo andrà a porsi nell’avvicinamento al fulcro della piramide. Ottima la longevità, sono in genere necessarie tra le 30 e le 40 ore per completare l’intera esperienza.

 

The Talos Principle 2 – conclusioni

In conclusione The Talos Principle 2 è in assoluto il seguito che ci saremmo aspettati di vedere, un titolo che emoziona sin dalle prime battute, che spinge il giocatore verso un viaggio esistenziale ed introverso, una vera e propria avventura filosofica condita con puzzle intriganti, di difficoltà crescente ma mai troppo impegnativi, nonché un comparto tecnico di eccellente livello. L’unico aspetto negativo? forse l’audio, alla lunga è ripetitivo e potrebbe stancare.

Related articles

NASA: sparare il ghiaccio nell’atmosfera per combattere il cambiamento climatico

La NASA ha recentemente annunciato un progetto audace e senza precedenti per affrontare i cambiamenti climatici: sparare milioni...

Torna la truffa del premio Lidl: fate attenzione a questa e-mail

Avete ricevuto un'e-mail da parte della catena di supermercati Lidl in cui vi avvisano di essere stati selezionati...

Ivan Balenzio, emessa sentenza che ha sancito diverse decisioni significative

Del caso di Ivan Balenzio, ex Communication Officer presso l'ESRIN, lo stabilimento dell'ESA a Frascati, ne avevamo già...

Computer e disfunzione erettile: i rischio di un uso prolungato

Quando una persona pensa ad un uso prolungato del computer, come aspetti negativi può immaginare una postura scorretta,...