Perché gli iPhone sopravvivono a un incidente aereo ma si rompono se ti cadono di mano?

Date:

Share post:

Hai mai notato come un iPhone possa sopravvivere a un incidente aereo ma si rompa facilmente se cade di mano? L’insolita resistenza di questi smartphone è stata oggetto di studio dopo che un iPhone è emerso intatto dallo schianto di un Boeing 737 a 5000 metri di quota. Ma qual è la scienza dietro questo fenomeno?

Per comprendere la resistenza dei cellulari, un team di ricercatori ha condotto una serie di test, facendo cadere iPhone e Samsung Galaxy da altezze variabili su diverse superfici. I risultati sono stati sorprendenti e hanno rivelato molto sulla resistenza dei dispositivi elettronici.

I test hanno confermato che i cellulari possono sopravvivere a cadute su erba e superfici morbide senza danni significativi. Tuttavia, le cadute su superfici dure come l’asfalto possono causare danni considerevoli, compromettendo la funzionalità del telefono.

La chiave per comprendere questo fenomeno risiede nella velocità terminale. Durante la caduta libera, l’accelerazione dovuta alla gravità è bilanciata dalla resistenza dell’aria, portando il telefono a raggiungere una velocità costante. Questo rallenta l’accelerazione e riduce l’impatto dell’atterraggio, soprattutto se avviene su superfici morbide come l’erba.

Tuttavia, su superfici dure come l’asfalto, la resistenza dell’aria è meno efficace nel rallentare il telefono, causando danni più gravi durante l’impatto. Inoltre, la superficie dura non offre alcun assorbimento dell’impatto, aumentando il rischio di danni strutturali al dispositivo.

In conclusione, la scienza della resistenza dei cellulari è complessa e dipende da una serie di fattori, tra cui la superficie di atterraggio e la velocità terminale. Mentre gli iPhone possono sopravvivere a cadute estreme grazie alla loro resistenza strutturale e alla tecnologia del vetro Corning, è importante maneggiarli con cura per evitare danni accidentali.

Federica Vitale
Federica Vitalehttps://federicavitale.com
Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Related articles

Recensione Ventilatore a Torre Levoit Classic LTF-F362-WUK, ideale per chi cerca efficienza e silenziosità

E ora che il caldo ha veramente iniziato a farsi sentire, abbiamo testato il ventilatore a torre Levoit...

Recensione AOC Q27G4X, un economico monitor da gaming da 27 pollici a 180Hz

AOC Q27G4X è un monitor da gaming che vuole assolutamente far sentire la propria voce in un mercato divenuto...

Organoidi e modelli embrionali: nuova frontiera nella definizione dell’individualità umana

Negli ultimi anni, la biotecnologia ha fatto passi da gigante, portando alla creazione di strutture biologiche complesse come...

La Pianta Più Famosa di Londra: Il Fiore Cadavere

Se ti trovi a Londra e visiti i Kew Botanic Gardens, non vorrai perderti la straordinaria esperienza di...