Alimentazione e Ansia: cibi da evitare per ridurre i sintomi

Date:

Share post:

L’ansia è un disturbo comune che può influenzare la qualità della vita di una persona. Mentre esistono molteplici approcci per gestire l’ansia, dall’esercizio fisico alla terapia cognitivo-comportamentale, l’alimentazione svolge un ruolo significativo nel mantenere l’equilibrio mentale. L’alimentazione è fattore primario nello stile di vita che, a sua volta, è determinante in caso di stati d’ansia e stress. Diete ricche di grassi saturi, grassi trans, zuccheri aggiunti e carboidrati raffinati, come gli alimenti trasformati, sono generalmente poco salutari per l’organismo di ogni soggetto, ma peggiorano gli stati nervosi e ansiosi.

Sostituire tali alimenti con più frutta, verdura, legumi e proteine magre contribuisce a una riduzione degli stati ansiosi. ‌Inoltre, molti nutrienti come le vitamine del gruppo B, la colina, il magnesio, lo zinco e i folati svolgono un ruolo importante nel cervello, nelle cellule e nei nervi. Esiste una connessione tra il cibo e l’ umore. Numerose ricerche scientifiche suggeriscono che la qualità della dieta potrebbe influenzare ad esempio gli stati d’ansia. Scopriamo quali sono i cibi che è bene evitare se soffriamo di questa condizione.

 

Ansia, qual’è l’alimentazione da evitare se soffriamo di questa condizione?

Le bevande contenenti caffeina, come caffè, tè e bevande energetiche, possono aumentare i livelli di ansia. La caffeina è un stimolante del sistema nervoso centrale che può aumentare la frequenza cardiaca e i livelli di stress. Ridurre il consumo di queste bevande o passare a alternative senza caffeina può essere utile per coloro che lottano con l’ansia. Gli alimenti ad alto contenuto di zucchero raffinato, come dolci, bibite gassate e cibi confezionati, possono causare picchi eccessivi di zucchero nel sangue seguiti da un improvviso crollo energetico. Queste fluttuazioni possono aumentare l’irritabilità e contribuire ai sintomi ansiosi. Preferire alimenti con basso indice glicemico, come frutta fresca, cereali integrali e verdure, può aiutare a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue e a ridurre l’ansia.

Sebbene l’alcol possa inizialmente avere un effetto calmante sul sistema nervoso, può anche aumentare l’ansia nel lungo termine. Il consumo eccessivo di alcol può interferire con i neuro trasmettitori cerebrali e causare sbalzi d’umore. Ridurre o limitare il consumo di alcol può contribuire a migliorare i sintomi ansiosi e a promuovere una migliore salute mentale. Gli alimenti fritti e altamente processati possono contribuire all’infiammazione nel corpo, che è stata collegata ad un aumento dei livelli di ansia. Questi cibi spesso sono ricchi di grassi saturi e grassi trans, che possono influenzare negativamente la salute mentale. Optare per alimenti freschi e non processati, come frutta, verdura, proteine magre e cereali integrali, può essere vantaggioso per coloro che soffrono di ansia.

Per alcune persone, il glutine può essere collegato a sintomi ansiosi e gastrointestinali. Questa sensibilità al glutine può essere associata a condizioni come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) o la sensibilità non celiaca al glutine. Esperimenti con una dieta priva di glutine possono essere utili per determinare se il glutine influisce sui sintomi ansiosi. Il consumo eccessivo di sale può aumentare la pressione sanguigna e influenzare negativamente l’equilibrio dei fluidi nel corpo. Questo può avere un impatto sulla salute mentale, aumentando i sentimenti di ansia e stress. Ridurre il consumo di alimenti ad alto contenuto di sale, come snack salati, cibi in scatola e cibi pronti, può essere utile per gestire l’ansia.

I grassi saturi, presenti principalmente negli alimenti di origine animale e nei prodotti lattiero-caseari, possono influenzare negativamente la salute mentale. Studi hanno dimostrato che una dieta ricca di grassi saturi può aumentare l’infiammazione nel corpo e influenzare i neuro trasmettitori coinvolti nella regolazione dell’umore. Preferire fonti di grassi sani, come avocado, noci e oli vegetali, può essere benefico per ridurre l’ansia. Evitare cibi come caffeina, zucchero raffinato, alcol, cibi fritti, glutine, sale e grassi saturi può contribuire a ridurre i sintomi ansiosi e migliorare il benessere complessivo. Sperimentare con una dieta equilibrata e ricca di alimenti integrali può essere un passo importante verso il controllo dell’ansia e il miglioramento della qualità della vita. Consultare sempre un professionista della salute prima di apportare cambiamenti significativi alla propria dieta.

Immagine di freepik

Annalisa Tellini
Annalisa Tellini
Musicista affermata e appassionata di scrittura Annalisa nasce a Colleferro. Tuttofare non si tira indietro dalle sfide e si cimenta in qualsiasi cosa. Corista, wedding planner, scrittrice e disegnatrice sono solo alcune delle attività. Dopo un inizio su una rivista online di gossip Annalisa diventa anche giornalista e intraprende la carriera affidandosi alla testata FocusTech per cui attualmente scrive

Related articles

Formaggio: buono per il gusto e ottimo per la salute mentale

Il formaggio, nel senso più generale del termine, è un alimento che piace ha una fetta enorme di...

Il misterioso boato sulla costa toscana: ipotesi di un bolide atmosferico

Il 20 giugno 2024, intorno alle 16:30, un forte boato è stato avvertito lungo la costa toscana, dalla...

Recensione Huawei Matepad 11.5″S: tablet dal display speciale

Huawei MatePad 11.5″S è sin da subito il tablet che punta a distinguersi dalla massa per la presenza...

Come il trauma modella la percezione delle immagini e la nostra visione del mondo

Il trauma è una potente forza modellatrice che può influenzare profondamente il nostro modo di vedere il mondo...